Fattura elettronica: come pagare l’imposta di bollo

di Redazione PMI.it

scritto il

Come pagare l'imposta di bollo dovuta sulle fatture emesse senza addebito IVA in seguito all'entrata in vigore dell'obbligo di fattura elettronica.

Sulle fatture emesse senza addebito IVA deve essere apposta la marca da bollo del valore di 2 euro a carico del debitore (art. 1199 C.C.), se l’importo supera i 77,47 euro. Per importi inferiori la marca da bollo non va applicata, neanche sulle fatture cartacee. Si tratta di un tributo alternativo all’imposta sul valore aggiunto che resta dovuto anche con l’entrata in vigore del nuovo obbligo di fatturazione elettronica, cambiano però le modalità di pagamento a partire dalle e-fatture emesse dal 1° gennaio 2019.

=> Fatturazione elettronica: gli step per il ciclo attivo

Imposta di bollo e-fattura: nuove modalità

Secondo quanto stabilito dal decreto del Ministero dell’Economia e Finanze, firmato dal ministro Giovanni Tria, a dire quanto dover versare per le e-fatture emesse sarà la stessa Agenzia delle Entrate, al termine di ogni trimestre, sulla base dei dati presenti nelle fatture elettroniche inviate attraverso il Sistema di Interscambio.

Lo scopo è di semplificare le modalità di pagamento delle imposte di bollo relative alle fatture elettroniche per quanti vi siano assoggettati.

Il pagamento potrà essere effettuato con le seguenti modalità

  • con addebito su conto corrente bancario o postale;
  • utilizzando il modello F24 predisposto dall’Agenzia stessa.