ISA 2018: nuovi indici di affidabilità

di Barbara Weisz

scritto il

L'Agenzia delle Entrate pubblica 105 nuovi indici di affidabilità fiscale in vista dell'entrata in vigore nel 2018 dello strumento di compliance che sostituisce gli studi di settore.

Pronti nuovi indici di affidabilità fiscale approvati dall’Agenzia delle Entrate e applicati dal periodo d’imposta 2018: sono relativi a 105 attività economiche e si sommano ai 69 già approvati a marzo. I nuovi ISA (Indici sintetici di affidabilità) sono contenuti nel provvedimento dell’Agenzia delle Entrate del 7 maggio 2018 e sono così suddivisi:

  • 2 relativi ad attività economiche del settore dell’agricoltura;
  • 22 relativi ad attività economiche del settore delle manifatture;
  • 44 relativi ad attività economiche del settore dei servizi;
  • 14 relativi ad attività professionali;
  • 23 relativi ad attività economiche del settore del commercio.

Gli indici hanno ottenuto il parere preventivo della commissione di esperti, come previsto dall’articolo 9-bis, comma 8, del Dl 50/2017 e passano al vaglio del Ministero dell’Economia. Gli ISA sostituiscono gli studi di settore: all’attuale modello, basato su indici di congruità per diverse attività economiche, si preferisce un sistema basato sulla compliance fiscale, che misura l’affidabilità del contribuente e prevede un meccanismo premiale, soprattutto sul fronte dei controlli fiscali.

L’entrata in vigore degli Indici di affidabilità fiscale era originariamente prevista per il 2017 ma è stata poi posticipata al periodo d’imposta 2018 (che confluisce nella dichiarazione dei redditi 2019) dalla Legge di Stabilità.