Interpelli Agenzia delle Entrate, nuovi indirizzi

di Barbara Weisz

scritto il

Indirizzi di posta elettronica differenziati a seconda della tipologia di contribuente e della materia degli interpelli all'Agenzia delle Entrate: le novità.

Nuovi indirizzi mail per chi invia interpelli alla direzione centrale dell’Agenzia delle Entrate, restano invece invariati i riferimenti per le pratiche rivolte alla sedi regionali. La novità riguarda in particolare coloro che presentano istanze di interpello alle strutture centrali dell’Agenzia. La scelta della direzione a cui rivolgersi dipende dalla tipologia di interpello che viene presentata dal contribuente.

Per quesiti relativi a tributi erariali, l’istanza si presenta alla Direzione Regionale competente in base al domicilio fiscale. Se invece l’interpello è relativo a imposta ipotecaria dovuta in relazione agli atti diversi da quelli di natura traslativa, tasse ipotecarie e tributi speciali catastali, la direzione regionale è quella in cui opera l’ufficio competente ad applicare la norma tributaria oggetto della domanda.

In tutti i casi sopra esporti, l’interpello si può presentare tramite consegna a mano in ufficio, spedizione a mezzo plico raccomandato con avviso di ricevimento, oppure via PEC agli indirizzi indicati sul sito internet dell’Agenzia delle Entrate.

Se a presentare l’interpello sono amministrazioni centrali dello Stato, enti pubblici a rilevanza nazionale, soggetti di più rilevante dimensione, non residenti, persone fisiche che intendono trasferire la residenza fiscale in Italia beneficiando dell’imposta sostitutiva sui redditi prodotti all’estero (neo residenti) e contribuenti che formulano quesiti sui nuovi investimenti devono, invece, presentare la richiesta di interpello alla Divisione Contribuenti dell’Agenzia delle Entrate. Metodi previsti: consegna a mano o spedizione a mezzo plico raccomandato con avviso di ricevimento all’indirizzo via Cristoforo Colombo 426 c/d 00145 Roma. Invio tramite PEC a interpello@pec.agenziaentrate.it, oppure via mail all’indirizzo div.contr.interpello@agenziaentrate.it (quest’ultimo indirizzo vale solo non residenti e neo residenti, e interpelli sui nuovi investimenti).

Infine, i soggetti in regime di cooperative compliance devono rivolgere i propri interpelli all’Ufficio Adempimento Collaborativo della Divisione Contribuenti – Direzione Centrale Grandi Contribuenti, tramite PEC, all’indirizzo dc.acc.cooperative@pec.agenziaentrate.it, via mail all’indirizzo dc.acc.ucc@agenziaentrate.it per i soggetti non residenti privi di PEC, o tramite consegna a mano o spedizione a mezzo plico raccomandato con avviso di ricevimento.