Maltempo, rinvio scadenze fiscali

di Barbara Weisz

scritto il

L'Agenzia delle Entrate comunica flessibilità nell'applicazione delle sanzioni per i ritardi negli adempimenti tributari in scadenza nelle zone colpite dal maltempo.

Nelle zone colpite dal maltempo di questa settimana, l’Agenzia delle Entrate concede una proroga per gli adempimenti fiscali. Niente sanzioni per chi a causa delle cattive condizioni  meteo non riesce a rispettare le scadenze tributarie. Il Fisco non specifica, però, quali adempimenti rientrano in questa proroga, né fornisce date precise sul rinvio, limitandosi a comunicare l’applicazione di una certa flessibilità.

Di certo, ci sarà qualche giorno in più per le comunicazioni IVA del quarto trimestre 2017. Imprese e autonomi avranno una franchigia sul conguaglio relativo ai redditi da lavoro dipendente, fra le ritenute operate e l’imposta dovuta. Steso discorso per la registrazione cumulativa annuale dei contratti di affitto fondi rustici.

A fine febbraio scadevano anche i termini per le comunicazioni all’anagrafe tributaria dei dati utili alla predisposizione delle dichiarazioni dei redditi precompilate.

In questo caso, c’è una proroga specifica, al 9 marzo, per asili nido, amministratori di condominio, e rimborsi spese sanitarie.

Per tutti gli altri enti tenuti alle comunicazioni vale l’indicazione della maggior flessibilità sulle sanzioni applicata alle zone in cui si sono verificati eventi di maltempo.