Bonus Edilizia 2017

di LavoroImpresa

scritto il

La legge di bilancio proroga per il 2017 i bonus relativi al recupero edilizio e al risparmio energetico. Nel primo caso la detrazione fiscale sarà ancora pari al 50% a fronte di una spesa massima di 96.000 euro per unità immobiliare; nel secondo caso il bonus sarà pari al 65%. Per entrambe le agevolazioni è prevista la ripartizione della detrazione in un arco temporale di dieci anni.

Agevolazioni fiscali 2017

Ristrutturazioni edilizie, risparmio energetico, acquisto di mobili e di grandi elettrodomestici trovano il rinnovo delle detrazioni fiscali per ulteriori 365 giorni. E’ quello che dovrebbe prevedere la legge di bilancio per il 2017. Ancora presto per parlare di certezze ma, in linea di massima, questo è ciò che dovrebbe uscirne fuori. E’ una buona notizia per chi ha avviato lavori di ristrutturazione o intende farlo poiché potrà beneficiare di ulteriori dodici mesi di agevolazioni.

Detrazione recupero edilizio

La detrazione fiscale per il recupero edilizio sarà pari al 50% su una spesa massima di 96.000 euro per ogni unità immobiliare. La detrazione verrà distribuita in dieci quote annuali di pari importo. Le spese oggetto di agevolazione si riferiscono agli interventi di manutenzione straordinaria, restauro e risanamento conservativo e ristrutturazione edilizia per le unità residenziali e le loro pertinenze nonché i lavori di manutenzione ordinaria sulle parti comuni degli edifici condominiali.

Fra le altre opere agevolate si ricordano:

  • ricostruzione o ripristino di immobili danneggiati a seguito di eventi calamitosi, a patto che sia stato dichiarato lo stato di emergenza;
  • realizzazione di autorimesse o posti auto pertinenziali;
  • eliminazione di barriere architettoniche;
  • prevenzione del rischio di atti illeciti;
  • cablatura degli edifici e contenimento dell’inquinamento acustico
  • interventi di risparmio energetico
  • adozione di misure antisismiche;
  • bonifica dell’amianto e opere volte a evitare gli infortuni domestici.

Detrazioni risparmio energetico

Fino al 31 dicembre 2017 è prevista la proroga del bonus sul risparmio energetico: detrazione Irpef o Ires del 65% su alcune categorie di lavori di efficienza energetica. In particolare:

  • riqualificazione globale di edifici esistenti;
  • interventi su strutture opache verticali e orizzontali;
  • sostituzione o modifica di serramenti e infissi;
  • installazione di pannelli solari termici per la produzione di acqua calda sanitaria;
  • sostituzione, anche parziale, di impianti di riscaldamento con caldaie a condensazione, pompe di calore ad alta efficienza o impianti geotermici a bassa entalpia;
  • sostituzione di scaldacqua tradizionali con altri a pompa di calore, per la produzione di acqua calda sanitaria
  • installazione di schermature solari;
  • sostituzione, anche parziale, di impianti di riscaldamento con altri dotati di generatori a biomassa;
  • installazione di dispositivi multimediali per il controllo da remoto degli impianti di riscaldamento o climatizzazione.

Anche per il 2017 è prevista la distribuzione della detrazione in dieci anni.