Gestire un progetto con MindMeister

di Teresa Danti

scritto il

Software semplice ed efficace per realizzare e gestire mappe concettuali relative a progetti, idee di business e altro: guida all'uso.

L’uso di mappe concettuali può aiutarci a fissare idee e concetti finalizzati alla realizzazione di progetti e attività di ogni genere.
L’uso di software come MindMeister consente di predisporre le risorse necessarie e di coinvolgere altri collaboratori per raggiungere l’obiettivo: tutti i membri del team possono infatti accedere alle informazioni per avere un quadro chiaro e completo dei task da svolgere.

Download

L’ installazione di MindMeister sul PC è facile: basta scaricarlo dal sito ufficiale. Se si possiede un account Google e  si utilizza il browser Chrome, si può effettuare il download dell’applicazione dall’omonimo web store, così da pootersi poi ritrovare l’icona del programma direttamente home page di Google Chrome.


Interfaccia

Nella prima pagina del programma, se facciamo click sull’icona All maps, è possibile vedere le mappe relative a tutti i progetti realizzati, leggerne il titolo e visionare le eventuali modifiche apportate.

Da sinistra verso destra vi sono delle icone che consentono rispettivamente di aggiungere nuove mappe, importare il progetto, condividerlo in rete, cancellarlo ed infine, leggerne le proprietà.


Modelli di gestione

Posizioniamoci sulla prima icona in alto a sinistra: new mind map. Notiamo che si apre una schermata in cui vengono mostrati diversi modelli da scegliere per gestire al meglio un progetto.

Supponiamo di voler realizzare la ristrutturazione del nostro ufficio: scegliamo pertanto una delle sei modalità proposte e decidiamo di usare il modello to-do-list.

Facendo click su to-do-list: si apre la pagina relativa ad una mappa concettuale che possiamo personalizzare.  Posizioniamoci  sull’icona centrale to-do list, facciamo click e digitiamo il nome del nostro progetto (in questo caso “ristrutturazione ufficio“):  con un click su invio otteniamo la mappa del progetto col nome da noi prescelto.

Menu proprietà

A destra della stessa schermata notiamo il pulsante Proprietà, cliccando sul quale si apre una finestra da cui è possibile scegliere il formato del carattere, inserire icone e immagini, aggiungere note, link, file e compiti.

Ad esempio, per ogni incontro da noi programmato con un qualsiasi ente utile al nostro progetto, se facciamo click sul pulsante e inseriamo l’URL corrispondente all’ente cercato, verremo collegati automaticamente al sito aziendale della persona da noi contattata.

Struttura di una mappa concettuale

La mappa è costituita da vari nodi che possiamo aggiungere o eliminare dal nostro modello base.

Ogni nodo, a sua volta, viene convogliato in opportune categorie ognuna delle quali è costituita da tutti i compiti e operazioni da svolgere per gestire al meglio il nostro progetto.

Ovviamente ad ogni categoria dobbiamo attribuire una priorità, che si identifica con un numero che va da uno fino a quante  sono le categorie da noi individuate.  Per attribuire la priorità alle categorie, ci posizioniamo sulla voce priorità, facciamo un click, e digitiamo il numero relativo alla priorità che vogliamo assegnare.

Analogamente possiamo inserire, facendo click sulla voce Phone calls, il recapito telefonico di chi vogliamo in relazione al nostro progetto.

Possiamo poi programmare incontri e riunioni inserendo la data del giorno da noi stabilito: anche in questo caso ci posizioniamo sulla voce Meetings e digitiamo la data del giorno scelto.

Altre funzioni

Sulla barra in alto sono riportate diverse icone.
La prima (+) consente di aggiungere alla categoria un nuovo nodo.
L’icona a forma di freccia curva permette di aggiungere relazioni tra le idee della nostra mappa.

Sulla barra in basso, invece, è presente un’icona  che permette di ottenere  lo zoom della  pagina corrente.
Un’altra  icona mette in evidenza i nodi inseriti nel nostro progetto con la possibilità di ritornare indietro nel nostro lavoro. L’ultima icona contrassegnata con “i” fornisce  altre opzioni  al nostro progetto quali la scrollbars,  sync to drive, ecc.

Alla fine il nostro lavoro verrà salvato e aggiunto in all maps e da qui possiamo esportarlo, pubblicarlo oppure  condividerlo.

I Video di PMI

Come compilare un business plan in 5 passi