Start-up digitali: programmi di sostegno nel Mezzogiorno

di Teresa Barone

scritto il

Accordo tra Università degli Studi di Salerno e venture incubator 56CUBE per sostenere le start-up digitali e i giovani imprenditori.

È stato siglato l’accordo tra l’Università degli Studi di Salerno e 56CUBE, venture incubator di start-up innovative attivo nel Sud Italia e lanciato dall’incubatore certificato Digital Magics: l’intesa prevede il lancio di un nuovo programma rivolto a studenti e neo-imprenditori finalizzato a sostenere la ricerca tecnologica, promuovere l’imprenditoria giovanile e supportare start-up digitali attraverso attività di Business Management Advisory.

=> Scopri tutte le risorse per le start-up

Imprenditoria innovativa

L’accordo si basa sulla costante cooperazione tra docenti e studenti del DISTRA-MIT (Dipartimento di Studi e Ricerche Aziendali – Management & Information Technology dell’Università degli Studi di Salerno), invitati a lavorare a stretto contatto con i neoimprenditori di 56CUBE.

Scambio di competenze

La collaborazione si attuerà secondo tre linee guida differenti:

  • Laboratorio: sono previste occasioni di collaborazione tra gli studenti universitari e i talenti e fondatori di 56CUBE.
  • Supporto: DISTRA-MIT sosterrà le start-up innovative incubate da 56CUBE.
  • Mentorship: il Dipartimento fornirà un servizio di mentoring per sostenere le start-up nella redazione del business plan e trasformare le idee dei giovani creatori in impresa.

(=> Leggi tutte le news per le PMI della Campania)

I Video di PMI