ACSI: gestione digitale dei dati dei lavoratori

di Tullio Matteo Fanti

scritto il

Una gestione informatizzata delle cartelle sanitarie e di rischio dei lavoratori rappresenta un investimento ad alto rendimento, in grado di offrire molteplici vantaggi a tutti i soggetti coinvolti nel processo, e per tale motivo dovrebbe essere parte integrante del moderno mix di servizi informatizzati presenti in azienda.

=> Fai il punto su Agenda Digitale, Privacy e Sicurezza ICT

In tale campo, Dada Consulting offre una interessante soluzione: ACSI – servizio di gestione informatizzato per le cartelle sanitarie e di rischio dei lavoratori – giunto oramai alla sua quarta release.

ACSI è in grado di ottimizzare sensibilmente i processi di progettazione ed erogazione del servizio di sorveglianza sanitaria, consentendo al medico competente e all'azienda di gestire tutte le attività  attraverso una terminal server connection (RDP), in grado di supportare tutte le fasi del processo.

Diventa così possibile gestire da remoto le cartelle sanitarie e di rischio informatizzate – che risultano archiviate all’interno di un server centrale – con il vantaggio di poter aggiornare in modo rapido i dati, conservando al contempo uno storico delle attività  eseguite, oltre a garantire la gestione dei dati inseriti e la massima privacy.

=> Vai alla Guida sulla privacy in azienda

Grazie ad ACSI è quindi possibile effettuare la programmazione di ciascuna campagna di sorveglianza sanitaria attraverso il lavoro di un solo operatore ed in pochi minuti. Si eliminano pertanto tutte le vecchie procedure manuali che richiedevano il lavoro di più operatori diversi attraverso una procedura dispendiosa, soggetta ad errori e che non consentiva la creazione di uno storico dell’attività .

ACSI non si occupa solamente della raccolta e archiviazione dei dati ma pone le basi per semplificare al massimo anche la comunicazioneagli enti preposti di quanto raccolto, con riferimento alle criticità  introdotte con il Testo Unico sulla Sicurezza (Decreto del 9 aprile 2008 n. 81). Dopo aver raccolto nella Cartella Sanitaria i dati del dipendente, l'applicazione si preoccupa pertanto di:

  • elaborare il dato aggregato;
  • definire i tempi e le modalità  di accesso al sistema dei diversi attori per l'integrazione delle informazioni necessarie;
  • preparare il file da inviare ai servizi territoriali competenti in formato .xml.

Ecco le ultime novità  della release:

  • sezione specifica dedicata alle vaccinazioni;
  • collegamento diretto al Documento di Valutazione dei Rischi aziendale, per un rapido confronto e valutazione delle informazioni durante la visita medica;
  • miglioramento del servizio di scadenziario visite.

Per maggiori informazioni vai al sito dedicato ad ACSI