Tratto dallo speciale:

Crediti delle aziende verso la PA: li acquistano Cariveneto e Biis

di Andrea Barbieri Carones

scritto il

Le aziende italiane che hanno crediti verso lo Stato potranno cederli a Cariveneto e Biis, che si sostituiranno ad esse verso la Pubblica Amminstrazione.

Cariveneto e Biis, la Banca Infrastrutture Innovazione e Sviluppo del gruppo Intesa SanPaolo, acquisteranno i crediti che molti imprenditori vantano nei confronti della Pubblica Amministrazione, grazie alla nuova intesa sulla cessione pro soluto alle banche dei propri crediti verso la PA.

Obiettivo, accorciare i tempi di riscossione dei circa 70 o addirittura 90 miliardi di debiti che, secondo uno studio di Confindustria, lo Stato avrebbe verso le imprese fornitrici e che, in molti casi, sono in attesa da diversi mesi di essere pagate dlla PA “sforando” nei tempi sulle date previste dagli accordi contrattuali tra le parti.

Con questa misura, la banca si sostituirà alle aziende che ne faranno richiesta come creditore nei confronti dello Stato.

Il vantaggio per le imprese è quello di poter incassare le proprie spettanze – sulle quali sarà trattenuta  una percentuale – programmando così per tempo i propri flussi finanziari, aumentando la propria liquidità e migliorando i propri indici di bilancio, cercando di far fronte all’atavico problema dei ritardo dei pagamenti dovuti dalla PA alle aziende private.

Paradossalmente, i debiti della PA verso le imprese non rientrano nella voce “debito pubblico” di un Paese, perché secondo i parametri stabiliti a Maastrischt quanto uno Stato deve alle aziende è come se non esistesse: solo al momento dell’avvenuto pagamento tali somme concorrerebbero a far lievitare quel debito pubblico che i governi degli ultimi anni hanno tentano invano di risanare.

“Riteniamo che questo nostro provvedimento possa dare una risposta concreta alle aziende creditrici, che in molti casi sono a rischi chiusura proprio a causa di questi ritardi” ha dichiarato il presidente di Cariveneto Giovanni Costa. “La ricaduta sul territorio sarà pertanto immediata e rilevante”.

La notizia dell’acquisto dei crediti da parte di Cariveneto è stata data in occasione di un incontro nella sede della banca a Padova, cui hanno partecipato il presidente Giovanni Costa, il direttore commerciale di Biis Andrea Bressani, Andrea Gaffi del Mercato Aziende e Servizi Pubblici e Nicola Guadagni, del Mercato Finanza Pubblica.

Presenti anche aziende e imprenditori del Triveneto, che si aspettano ora di riuscire a incassare le forti somme di denaro dopo aver fornito allo Stato beni o servizi.

I Video di PMI

Decreto Agosto: misure per le imprese