Notredam: il crowdfunding per ricostruirla

di Redazione PMI.it

scritto il

Una campagna di crowdfunding per la raccolta fondi e la ricostruzione della Cattedrale NotreDame di Parigi: come partecipare.

Dopo la tragedia che ha visto coinvolta la Cattedrale di Notredame a Parigi, per via dell’incendio divampato nella sera del 15 aprile 2019 e che ha portato al crollo della guglia e della navata centrale, stanno nascendo nuove iniziative volte alla sua ricostruzione, alcune delle quali vedono coinvolte le nuove tecnologie.

E’ il caso della  campagna di crowdfunding #HelpNotreDame, lanciata a poche ore dal disastro in collaborazione tra moltissime realtà del settore tecnologico, digital e fintech, anche italiane.

=> Agevolazioni fiscali per erogazioni liberali

La campagna #HelpNotreDame

Tra i promotori della raccolta fondi, attivata con il supporto di Save The Planet Onlus, ci sono nomi come Starteed, Oval, Walliance, European Crowdfunding Network, Afone Payment, Credimi, Borsa del Credito, Derev, Epic, Fifty, Fintech District, Italia Fintech, Moneyfarm, Modefinance, October, Prestiamoci, Stripe, Soisy, Younited Credit, Workinvoice, 200 Crowd e molti altri.

=> Equity crowdfunding: novità per Startup e PMI

Alla raccolta fondi, diffusa sui social networ con l’hashtag #HelpNotreDame, è possibile partecipare anche dall’Italia, donando una somma, anche piccola, per sostenere i lavori di ricostruzione della Cattedrale di Parigi, la cui distruzione ha lasciato di stucco non solo i francesi ma i cittadini di tutto il mondo.

Partecipando alla campagna di crowdfunding, le somme raccolte verranno destinate per intero all’Arcidiocesi Cattolica di Parigi per sostenere i lavori di ristrutturazione di quello che da sempre è un patrimonio dell’umanità, senza alcuna commissione di intermediazione o di gestione da parte dei promotori dell’iniziativa.

Come fare la donazione

Per fare la propria donazione è sufficiente visitare il sito Notredame.help, andare sul riquadro intitolato Donazione libera, scegliere tra i tagli disponibili o digitare l’importo a mano, quindi cliccare su “Dona ora“. Nelle schermate successive andranno inseriti i dati personali.

Tra le opzioni c’è quella di apparire nella lista dei partecipanti alla raccolta con il proprio nome o se effettuare la donazione in modo anonimo.

Per il pagamento, questo può essere effettuato con carta di credito/debito, bonifico, PayPal e Satispay.