Tratto dallo speciale:

Assunzione agevolata di personale qualificato: le nuove FAQ

di Francesca Vinciarelli

scritto il

Nuovi chiarimenti da parte del MiSE con riferimento alle comunicazioni relative al credito d’imposta per l’assunzione di personale altamente qualificato.

Pubblicate da parte del Ministero dello Sviluppo Economico nuove risposte alle domande più frequenti (FAQ) poste in merito alle agevolazioni concesse in caso di assunzione personale altamente qualificato. Più in particolare il MiSE fornisce nuove delucidazioni sulle comunicazioni relative all’ottenimento del credito d’imposta per le assunzioni agevolate di personale altamente qualificato in caso di variazione presso la CCIAA competente dei dati presenti nel Registro Imprese e visualizzati nella pagina di registrazione del sistema CIPAQ.

=> Assunzioni agevolate di personale qualificato: domanda online

Variazioni

Nel caso in cui si renda necessario apportare delle modifiche è necessario inviarne comunicazione tramite Posta Elettronica Certificata (PEC) all’indirizzo cipaq@pec.sviluppoeconomico.gov.it allegando l’evidenza della richiesta di variazioni, previa apposizione da parte del legale rappresentante dell’azienda della propria firma digitale. Nel caso in cui sia necessario accreditare sul sistema un titolare di apposita procura per l’inoltro dell’istanza dovranno essere allegati anche la copia:

  • dell’atto di procura firmato digitalmente;
  • codice fiscale e documento di identità di chi l’ha rilasciata.

=> Assunzioni qualificate: online i moduli

Nel caso in cui si intenda richiedere la cancellazione della registrazione effettuata da un’azienda sul sistema va allegata alla PEC la richiesta di cancellazione firmata digitalmente dal legale rappresentante dell’azienda. Se invece la richiesta riguarda la cancellazione di una istanza di contributo inoltrata da un’azienda sul sistema andrà allegata la richiesta di cancellazione firmata digitalmente dallo stesso firmatario dell’istanza per la quale si richiede la cancellazione. In ogni caso la comunicazione deve provenire dall’indirizzo PEC dell’azienda registrato sull’indice INIPEC (il Registro indirizzi di professionisti e imprese), fa eccezione la comunicazione relativa all’avvenuta variazione dell’indirizzo PEC.

I Video di PMI

I contratti di lavoro dopo il Jobs Act