Buste paga, stangata IRPEF: da marzo +30%

di Barbara Weisz

scritto il

Quattro regioni e e circa 1500 Comuni hanno aumentato le addizionali IRPEF: il prelievo in busta paga a marzo sarà mediamente pari a 97 euro, con punte a Roma: le stime per città e tipologia di reddito.

L’aumento in busta paga di maggio promesso sfuma per le nuove tasse da: le addizionali IRPEF regionali e comunali pesano circa il 30% in più dello scorso anno. I calcoli dell’ufficio studi UIL stimano un esborso medio di 97 euro rispetto ai 79 del 2013 (+29,3%). Quattro regioni  – Lazio, Piemonte, Liguria, Umbria – e quasi 1.500 Comuni (fra in quali Roma) hanno infatti deciso un aumento delle aliquote IRPEF  per le addizionali.

=> I “danni” del Federalismo Fiscale: pressione fiscale record

Il prelievo di marzo è formato dal saldo 2013 a cui si aggiunge l’acconto 2014 (30%).  Le elaborazioni UIL prendono in considerazione un reddito medio di 23mila euro annui: in linea teorica, a livello medio la trattenuta IRPEF regionale è di 59 euro (da 49), la trattenuta comunale è di 38 euro (da 26).

Addizionali IRPEF per città

A Roma sono aumentate sia l’aliquota regionale (al 2,33%, dal precedente 1,73%) sia quella comunale (0,9%): il risultato è un prelievo medio di 83 euro di Irpef regionale e 56 per quella comunale, per un totale di 139 euro. Poco meglio in altre città:

  • Roma: 139 euro: 83 euro per la tassa regionale e 56 per quella comunale.
  • Milano: 107 euro: 57 euro per la tassa regionale e 50 per quella comunale.
  • Torino: 126 euro: 76 euro di imposta regionale e 50 euro per quella comunale.
  • Napoli: 123 euro: 73 euro per l’Irpef regionale e 50 euro per quella comunale.
  • Genova: 115 euro: 65 euro regionale e 50 euro comunale.

 

=> IRPEF in aumento: la mappa della tassa nei Comuni

A fine 2014 il peso delle addizionali IRPEF locali subità un ulteriore incremento: l’imposta regionale passerà mediamente da 363 euro a 409 euro (+ 12,7%), con picchi di 536 euro nel Lazio (+ 34,3%), e 490 euro in Piemonte (+ 25,3%). La tassa comunale arriverà mediamente a 155 euro dai 140 dell’anno scorso con un aumento del 10,7%: anche qui, punte di 207 euro a Roma e 184 euro a Napoli e Milano.

Rincari per categoria

L’aumento delle tasse in busta paga attraverso l’incremento delle addizionali IRPEF regionali e comunali, è stato calcolato anche dalla  Cgia di Mestre rispetto a 5 anni fa (2010-2014):

  • Operaio (stipendio medio 1.280) +36%.
  • Impiegato (stipendio medio 2.000 euro) +30%.
  • Quadro (stipendio medio 3.000 euro) +31%.
  • Pensionato (pensione media di 1.000 euro) + 34%.

=> Pensioni e stipendi: +30% di tasse IRPEF in busta paga

____________

I Video di PMI

Guida alla lettura della busta paga