Decreto flussi: lavoro per altri 14mila subordinati

di Francesca Vinciarelli

scritto il

Decreto Flussi pubblicato in Gazzetta Ufficiale: disponibilità di altri 13.850 posti per lavoratori non comunitari con permesso di soggiorno da convertire in lavoro subordinato.

I lavoratori non comunitari con permesso di soggiorno per studio, tirocinio e/o formazione professionale potranno convertirlo in permesso di soggiorno per lavoro subordinato.

Si tratta di 13.850 i lavoratori extracomunitari che potranno fare richiesta di permesso di soggiorno a partire dal 7 dicembre 2012, in aggiunta ai 35.000 già previsti.

A darne notizia è la Gazzetta Ufficiale n.273 del 22 novembre 2012, che definisce anche la ripartizione delle unità secondo specifiche categorie.

=> Leggi le nuove sanzioni per chi dà lavoro con soggiorno irregolare

In particolare 2.000 unità sono riservate al lavoro autonomo per cittadini stranieri residenti all’estero, ovvero imprenditori e liberi professionisti, o lavoratori ad alta qualificazione professionale.

Altre 11.00 unità ripartite tra chi ha un permesso di soggiorno per lavoro stagionale, per studio, tirocinio e/o formazione professionale da convertire rispettivamente in permesso di soggiorno per lavoro subordinato non stagionale, e in permesso di soggiorno per lavoro.

=>Vai alle anti-lavoro nero

Infine 750 unità sono riservate per i permessi di soggiorno CE per soggiornanti di lungo periodo rilasciato da altro Stato membro dell’Unione europea, da convertire in permesso di soggiorno per lavoro autonomo.

La presentazione delle domande di conversione del permesso di soggiorno deve avvenire, a cura del datore di lavoro, mediante il servizio on-line messo a disposizione dal Ministero dell’Interno, Dipartimento per le Libertà Civili e l’Immigrazione.

Per maggiori informazioni consultare la pagine dedicata sul sito del Ministero degli interni