Humour sul lavoro? Favorisce il business

di Tullio Matteo Fanti

scritto il

Secondo studi SDA Bocconi ridere in ufficio fa bene. Lo humour migliora le performance lavorative, rafforza la leadership, aiuta la gestione del conflitti e potenzia le capacità di negoziazione

Uno studio condotto da SDA Bocconi School of Management rivela che lo humor è un toccasana per il rendimento sul posto di lavoro. Il buon umore migliora infatti le performance lavorative, mentre la capacità di fare battute rafforza la leadership, aiuta la gestione dei conflitti e potenzia le capacità di negoziazione.

La ricerca, a cura di Marco Sampietro, ha coinvolto nei mesi scorsi 1860 impiegati di aziende localizzate in Italia, Francia, Germania, Gran Bretagna, Stati Uniti, Russia e Giappone, permette di tracciare una interessante “mappa globale dello humour aziendale“.

L’humour è utilizzato ed apprezzato dal 98% degli intervistati di USA e Europa, mentre la percentuale scende al 95% in Russia e al 92% in Giappone, dove per tradizione il lavoro aziendale è percepito come maggiormente serioso.

L’humour sembra quindi essere, nonostante alcune variazioni, un fenomeno universale. Interessante inoltre notare come sia mutato il senso dell’humour femminile all’interno delle aziende: se negli anni 70 infatti le donne, pur apprezzando l’umorismo, si dimostravano poco attive ne proporlo, oggi le differenze con gli uomini appaiono quasi trascurabili.

La ricerca rileva come il ricorso all’umorismo non intacchi la leadership personale, anzi, la rafforzi. Inoltre, i leader in grado di ottenere buone performance dai propri collaboratori sembrano anche particolarmente dotati di senso dell’umorismo.

Per meglio dire, chi riesce a condire le proprie parole con il giusto pizzico di umorismo riesce a creare un clima lavorativo e collaborativo decisamente migliore, riducendo al contempo lo stress.

L’humour si dimostra inoltre un prezioso alleato nella gestione dei conflitti: un messaggio dato un con pizzico di umorismo risulta meno diretto e offensivo, pur preservando il suo significato originario. A risentirne positivamente anche la capacità di negoziazione: un’offerta condita con la giusta dose di umorismo risulta infatti più allettante.

Attenzione però a non creare un clima lavorativo eccessivamente intriso di umorismo: se preso in dosi eccessive l’humour può infatti attenuare la percezione del rischio con risultati drammatici nel caso di decisioni di vitale importanza per una organizzazione.

I Video di PMI