Tratto dallo speciale:

Cassa Covid con anticipo 40%: guida INPS per la domanda

di Redazione PMI.it

scritto il

Cassa integrazione con causale Covid ed anticipo diretto del 40% da parte dell'INPS: guida per imprese alla procedura di richiesta, caso per caso.

Nuove istruzioni INPS per le aziende che richiedono un anticipo diretto sui trattamenti di cassa Covid di cui sono destinatari i propri dipendenti. Dallo scorso giugno, infatti, in base a quanto concesso dal DL Rilancio, su richiesta dei datori di lavoro dipendente l’INPS può anticipare ai lavoratori messi cassa integrazione Covid una somma pari al 40% del trattamento di integrazione salariale previsto per l’intero periodo richiesto dall’azienda.

Per ottenere questa anticipazione a pagamento diretto, si presenta esplicita richiesta nel momento in cui l’impresa richiede la cassa integrazione con causale Covid-19. La procedura è regolata dalla circolare INPS 27 giugno 2020, n. 78 e dal messaggio 18 novembre 2020, n. 4335.

Compilazione della domanda

Nella domanda di anticipo, in realtà, è possibile anche indicare un numero di ore inferiore di quelle richieste per il trattamento di integrazione salariale nel suo complesso (domanda principale), per evitare che l’acconto risulti maggiore di quanto dovuto a saldo.

=> Scarica la Guida INPS per compilare la domanda di anticipo 40% sulla Cassa Covid

L’INPS fornisce una serie di documenti e tutorial utili per alla compilazione di ciascuna delle domande di Cassa Integrazione Guadagni Ordinaria (CIGO), Cassa Integrazione in Deroga (CIGD) e Assegno Ordinario dei Fondi di Solidarietà bilaterali (FIS) con causale Covid-19, per le quali viene richiesto anche l’anticipo del 40% del pagamento del trattamento.

I Video di PMI