Lavorare a Milano: le figure più ricercate

di Teresa Barone

scritto il

Cresce la richiesta di risorse professionali da parte delle imprese di Milano: ecco i settori trainanti e i profili più ricercati.

Tra maggio e luglio saranno oltre 109mila le assunzioni preiste dalle imprese di Milano, che solo nel mese corrente hanno promosso 35mila offerte professionali. Non sono meno attive le Province di Lodi e Monza-Brianza, dove sono previsti rispettivamente 4 mila e 15mila nuovi ingressi.

Sono dati resi noti attraverso le elaborazioni della Camera di Commercio di Milano Monza Brianza Lodi, relativi al Sistema Informativo Excelsior realizzato da Unioncamere in collaborazione con ANPAL.

Contratti e settori

Le nuove entrate di maggio si basano sull’attivazione di contratti stabili, apprendistato o a tempo indeterminato (32%). Per quanto riguarda i settori che offrono maggiori possibilità lavorative nel capoluogo lombardo, in cima compare il comparto dei servizi (81%). Se un’offerta su cinque è destinata a risorse laureate, nel 38% dei casi si cercano diplomati. Contrariamente a quanto accade nel resto della penisola, infine, nel 28% dei casi si cercano profili altamente qualificati come dirigenti, specialisti e tecnici.

Profili ricercati

I profili più ricercati riguardano i servizi alla persona (3.550), i commessi e il personale qualificato nel dettaglio e ingrosso (3.530), le figure del settore turistico (3.040, giovani nel 37,9%), i tecnici delle vendite e Marketing (2.670).