Umbria, incentivi innovazione PMI

di Roberto Rais

scritto il

Bando Regione Umbria per l’innovazione delle PMI tramite le ICT: contributi per l’acquisizione di servizi digitali in modalità cloud e per lo sviluppo dell’e-commerce. I primi costituiscono componente obbligatoria per la concessione dell’aiuto, i secondi sono invece facoltativi. A titolo di esempio, tra  servizi cloud sono finanziabili quelli infrastrutturali IaaS (Infrastructure as a Service), quelli PaaS (Platform as a Service) e applicativi SaaS (Software as a Service).

=> Incentivi reti di imprese umbre

Per quanto concerne le caratteristiche dell’agevolazione, la stessa sarà concessa su spese ammissibili tra i 5.000 e i 30.000 euro, mediante un contributo a fondo perduto nella misura del 70% della spesa complessivamente ritenuta ammissibile in sede di valutazione, con la maggiorazione del 3% per progetti che prevedano un impatto in termini di incremento occupazionale, e del 2% per progetti che prevedano un impatto in termini di integrazione del mainstreaming di genere e di non discriminazione, adeguatamente descritto, concreto e verificabile. Per presentare le domande c’è tempo fino al 14 luglio 2016 seguendo le istruzioni qui contenute.