Venture capital per PMI innovative e startup

di LavoroImpresa

scritto il

Venture capitalUn fondo di venture capital pari a 50 milioni di euro per favorire lo sviluppo delle PMI innovative e delle startup con alto potenziale di crescita. E’ un’opportunità offerta da Invitalia Ventures il cui obiettivo è quello di entrare nel capitale delle imprese, favorire la crescita e uscire dall’investimento dopo 5-7 anni.

=> Venture capital, business angels e incubatori: come trovare finanziamenti

Il decreto del Ministero dello Sviluppo Economico dello scorso 29 gennaio 2015 ha istituito un Fondo con dote di 50 milioni di euro a sostegno dei nuovi programmi di investimento delle piccole e medie imprese operanti nella produzione di beni e servizi con elevato potenziale di crescita. Si tratta di un fondo comune d’investimento di tipo chiuso e riservato. Partecipa, in regime di co-investimento fino ad un massimo del 70%, nel capitale di operatori privati, indipendenti e qualificati ossia piccole e medie imprese e startup innovative che operano nei settori ad alto potenziale di crescita ovvero che realizzano innovazioni di processi, beni e servizi. Una parte degli investimenti sarà destinata ad accompagnare lo sviluppo internazionale delle startup italiane.

=> Investimenti nelle PMI: Venture Capital in crescita

L’investimento medio sarà compreso tra 500.000 euro e 1,5 milioni. Saranno privilegiati settori ad alto potenziale di sviluppo: internet, Ict, logistica, meccatronica, biotecnologie, salute, ambiente, efficientamento energetico, green economy, cibo, moda, life style e tecnologia finanziaria. Per accedere al Fondo, PMI e startup possono contattare direttamente Invitalia Ventures anche tramite i canali social. In questo modo sarà possibile proporre la propria candidatura che verrà, successivamente, sottoposta ai team di investimento. La valutazione del progetto sarà effettuata su metriche aziendali di performance. In pratica si terrà conto del numero dei clienti acquisiti in un dato lasso di tempo, della capacità di crescita misurata dalla velocità di acquisizione commerciale, dal confronto delle specifiche tecniche dei prodotti con gli standard tecnici di benchmark nonché dai più comuni indici di redditività quali Roi, Roe, Ros.

I Video di PMI