Rinnovabili: proroga per l’installazione semplice di moduli a terra

di Redazione PMI.it

scritto il

Prorogata fino al 2024 la procedura semplificazione con DILA per la realizzazione di impianti fotovoltaici con moduli a terra fino a 1 MW: come funziona.

Il Decreto Aiuti bis ha introdotto numerose novità in vari ambiti, tra cui quello relativo alle energie rinnovabili.

Come previsto dall’articolo 11, comma 4-bis, in particolare, viene confermata e prorogata la procedura semplificata relativa alla realizzazione di impianti fotovoltaici già prevista dal Decreto Energia (Dl 17/2022).

In base all’articolo 11, comma 4-bis del DL 115/2022 (che modifica l’articolo 6, comma 2-septies del DL 50/2022), fino al 16 luglio 2024 (24 mesi dall’entrata in vigore della legge di conversione del DL 50/2022), potranno essere realizzati impianti con moduli a terra di potenza fino a 1 MW, con la sola dichiarazione di inizio lavori asseverata (DILA).

La semplificazione riguarda le installazioni in aree ed edifici inerenti strutture turistiche e termali, anche se situati in centri storici o aree di notevole interesse pubblico, per impianti fotovoltaici finalizzati a utilizzare prioritariamente l’energia autoprodotta per i fabbisogni delle strutture stesse.

Sarà necessario anche  produrre una dichiarazione sostitutiva di atto di notorietà del progettista abilitato, finalizzata ad attestare che gli impianti non siano visibili dagli spazi pubblici esterni limitrofi. La DILA va dunque accompagnata da una relazione che attesti il rispetto delle norme di sicurezza, di quelle antisismiche e di quelle igienico-sanitarie.