Toscana, nuovo bando per i servizi qualificati

di Alessandro Vinciarelli

scritto il

Per sostenere i progetti innovativi delle imprese locali, la Regione Toscana apre il bando in attuazione del POR/FESR 2007-2013: investimenti minimi per Pmi da 7,5mila a 30mila euro e contributo a fondo perduto fino al 75%

Per consentire alle piccole e medie imprese del territorio di migliorare la propria competitività, la Regione Toscana apre il bando per l’erogazione di finanziamenti finalizzati all’acquisizione di servizi qualificati.

L’iniziativa, realizzata in attuazione del POR/FESR 2007-2013 e PRSE 2007-2010, è aperta a tutte le Pmi attivi nei settori produzione e distribuzione di energia, attività manifatturiere, costruzioni, trasporti e servizi alle imprese.

Gli investimenti minimi, riferiti ai servizi qualificati di primo livello e ai servizi qualificati specializzati, variano in funzione della tipologia di impresa che intende accedere agli investimenti.

Nello specifico le microimprese partono da 7.500 euro, mentre le piccole imprese da 12.500 euro e le medie imprese e i consorzi da 20.000 euro. Tutti con contributo a fondo perduto fino al 75%.

I servizi di primo livello fanno riferimento principalmente all’audit ed all’assessment del potenziale, mentre per quelli specializzati il target è l’innovazione tecnologica di prodotto, di processo e organizzativa, oltre che il supporto alle varie certificazioni aziendali.

Le domande per beneficiare delle agevolazioni, per un massimo di 200.000 euro su un periodo di tre anni, possono essere presentate in ogni momento attraverso il sistema informativo reso disponibile dalla Regione Toscana.

I Video di PMI

Nuove imprese a tasso zero