Boom di prestiti rifiutati alle PMI emiliane

di Teresa Barone

scritto il

Unindustria Bologna segnala il netto calo dei finanziamenti alle imprese locali da parte delle banche: le piccole imprese sono quelle più in crisi.

Una nuova indagine condotta dall’Osservatorio Banche e promosso da Unindustria Bologna mette in evidenza le crescenti difficoltà delle imprese bolognesi nell’accesso al credito: le richieste di nuovi finanziamenti rifiutate dalle banche negli ultimi sei mesi sono state il 35%.

=> Agevolazioni per accesso al credito in Emilia

Sono dati che emergono dall’esame di un campione di 158 imprese associate a Unindustria, concentratasi in particolare sulle piccole imprese (il 56% non supera i 5 milioni di euro di fatturato).

Secondo l’indagine, il 9% delle imprese associate ha ricevuto richieste di rientro da parte degli istituti di credito, una percentuale nettamente superiore al 5% del 2010. Il 26% delle imprese intervistate ha richiesto prestiti negli ultimi sei mesi, e il 26% delle stesse ha ricevuto un secco no.

Daniele Salati Chiodini, vicepresidente di Unindustria Bologna, ha illustrato alcuni dati salienti dell’indagine legati soprattutto alle piccole imprese.

=> Strategie 2013: le PMI si aspettano di crescere

«Il voto delle aziende che abbiamo intervistato sul rapporto banca-impresa supera appena la sufficienza, con quello che ciò implica in termini di potenziali margini di miglioramento. Negli ultimi sei mesi le richieste di rientro dalle esposizioni pregresse hanno riguardato quasi un’azienda su 10, e quasi un ulteriore 7% delle aziende intervistate si è visto negare finanziamenti richiesti. C’è di più: tra le piccole imprese sotto i 5 milioni di euro di fatturato, la percentuale di quelle che nell’ultimo semestre si sono viste rifiutare in tutto o in parte i finanziamenti richiesti sale al 35%. Questo è il segnale più eclatante del deterioramento del contesto economico».

=> Leggi tutte le news per le PMI dell’Emilia