Crowdfunding per avvio imprese sociali a Milano

di Teresa Barone

scritto il

Al via la piattaforma di crowdfunding per promuovere l’avvio di imprese a elevata vocazione sociale.

Il Comune di Milano, insieme a Eppela (primo portale di crowdfunding reward based), lanciano la prima piattaforma di finanziamento collettivo per consentire la realizzazione di progetti d’impresa a vocazione sociale.

=> Crowdfunding in Italia: report 2015

Presentata a Palazzo Reale dagli assessori Cristina Tajani e Pierfrancesco Majorino, l’iniziativa si propone di agevolare l’avvio di nuove imprese ad elevato potenziale sociale attraverso la ricerca di fondi e la raccolta di risorse che coinvolge gli stessi cittadini, come hanno sottolineato i promotori:

«Siamo orgogliosi di essere il primo Comune in Italia. Abbiamo ricevuto circa 60 progetti, tutti molto validi, e alla fine abbiamo deciso di inserire in questa prima fase di sperimentazione 21 idee d’impresa. A partire dal 29 aprile, i progetti selezionati avranno a disposizione un loro spazio sulla piattaforma messa a disposizione da Eppela, dove i cittadini potranno scegliere quali idee sostenere, rendendo così possibile la realizzazione di imprese ad alto valore sociale. Grazie al crowfunding civico cittadini e amministrazione collaboreranno insieme per costruire la Milano del futuro, nel segno dell’innovazione e dell’inclusione.»

Raccolta fondi

Saranno 21 i progetti inseriti nell’area ‘Mentor’ della piattaforma secondo tempistiche differenti, dal 29 aprile alla fine del 2016: ciascuna proposta avrà circa 40 giorni di tempo per raccogliere fondi e saranno le idee imprenditoriali che otterranno un finanziamento corrispondente ad almeno alla metà dell’importo stimato per la sua realizzazione a ottenere un contributo comunale necessario per coprire la quota rimanente, fino a un massimo di 50 mila euro. La piattaforma online è raggiungibile dal sito di Eppela.

=> Leggi tutte le news per le PMI della Lombardia

I Video di PMI

Come consultare i bandi regionali