Calcolare il TFR (Trattamento di Fine Rapporto) con Excel

Guida al computo delle voci per il computo del TFR e utilizzo di un modello Excel per calcolare l'ammontare del Trattamento di Fine Rapporto.

Il Trattamento di Fine Rapporto (TFR), è un compenso con corresponsione differita al momento della cessazione del rapporto di lavoro, una sorta di salario posticipato calcolato per quote annuali ottenute dividendo la retribuzione computabile di ciascun periodo per il coefficiente 13,5. Si può ricorrere a un modello in Excel (=> scarica il modello di calcolo TFR) per calcolarlo.

=> Guida al TFR: calcolo, accantonamento e anticipi

Calcolo delle voci

Le quote alimentano il relativo accantonamento nel bilancio aziendale, annualmente rivalutato per adeguarlo all’inflazione – al 31 dicembre dell’anno successivo o, se avviene prima, quando cessa il rapporto di lavoro – a un tasso del 75% dell’incremento indice ISTAT dei prezzi al consumo e aumentato di un tasso fisso dell’1,5%, eventualmente rapportato ai mesi di servizio nell’anno.

=> TFR e contratti di solidarietà: calcolo e recupero

L’ammontare della rivalutazione annua costituisce la base imponibile separata, soggetta a imposta sostitutiva nella misura dell’11%. Dall’importo annualmente accantonato si detrae infine un contributo previdenziale a favore del Fondo di Garanzia nazionale per il trattamento di fine rapporto, calcolato sull’imponibile previdenziale dell’anno (attualmente, lo 0,50%). La retribuzione di riferimento per il calcolo del TFR – salvo diversa previsione dei contratti collettivi – è costituita da tutti gli elementi retributivi aventi natura tipica, normale e ripetitiva, nel rapporto di lavoro, escludendo le somme erogate a titolo occasionale.

=> Scopri i vantaggi dell’accantonamento TFR

Rientrano quindi nel computo del TFR: minimo contrattuale, aumenti periodici anzianità, superminimi, indennità maneggio denaro,maggiorazione turni, straordinario fisso ripetitivo, premi presenza, valori convenzionali mensa, indennità per disagiata sede, importi forfetari, cottimo, provvigioni, premi e partecipazioni, prestazioni retributive in natura, altre somme riconosciute e corrisposte a titolo non occasionale esclusi i rimborsi spese.