Google lancia il real-time e la ricerca visiva Goggles

di Noemi Ricci

scritto il

Annunciate due importanti novità nel campo della ricerca web di Google: una nuova funzionalità per il reperimento di informazioni in tempo reale e l'applicazione mobile Goggles per la ricerca visuale tramite cellulare

Novità importanti nel mondo della ricerca online: Google ha annunciato due nuove modalità di ricerca online: una in “tempo reale” e l’altra “visiva su Mobile“. In base a quanto annunciato sul blog ufficiale, in collaborazione con Twitter e Facebook permetterà di ottenere – mediante il suo motore – informazioni aggiornate in tempo reale dalle diverse piattaforme.

Il tutto, grazie all’indicizzazione di articoli e messaggi pubblicati sui social network come Twitter e Facebook.

Per il momento quest’idea rivoluzionaria nel mondo dell’informazione verrà testata sulla versione americana del motore. In realtà Microsoft con Bing ha fatto qualcosa di simile negli Stati Uniti, includendo però solo Twitter.

La novità di Google consiste nel proporre l’intero “Web in tempo reale“, che verrà visualizzato in un quadro posto nella parte superiore della pagina dei risultati tradizionali, il cui contenuto verrà aggiornato automaticamente e costantemente.

Tra le diverse tecnologie utilizzate da Google per la realizzazione di queste feature di ricerca in tempo reale, permettendo la gestione di oltre un miliardo di documenti e il conseguente aggiornamento di centinaia di milioni di contenuti in tempo reale ogni giorno, troviamo servizi come Facebook Friendfeed, Jaiku, Identi.ca e Twitter.

Intanto Google ha lanciato sull’Android Market Goggles, la tanto chiacchierata applicazione che permetterà di fotografare con il proprio dispositivo mobile un’opera d’arte, un libro, un biglietto da visita, un monumento e ricevere le informazioni relative.

In pratica si tratta di una ricerca visuale, collegata alla fotocamera del proprio telefono. Per ora è stato attuato sui device Android, ma dovrebbe approdare anche sull’iPhone entro poche settimane.

I Video di PMI

Google Analytics: attenzione alla Frequenza di Rimbalzo!