Spese non utilizzate in precompilata: perchè?

Risposta di

Barbara Weisz

scritto il

Antonio chiede

Come mai l’Agenzia delle Entrate inserisce redditi e spese effettuate senza utilizzarle (nel mio caso: canone di locazione evidenziato e spese di ristrutturazione)? A questo punto l’utente è costretto ad inserirle modificando la dichiarazione che diventa soggetta a controlli.

 

Barbara Weisz risponde

L’Agenzia delle Entrate utilizza le spese per le detrazioni solo nel caso in cui risultino complete e coerenti e sopratutto se non necessitano un riscontro sui requisiti per la fruizione della detrazione.

In tutti i casi in cui la spesa risulti ma sussistano dubbi sull’automatico diritto alla detrazione (es.: prima quota di un bonus casa), il Fisco si comporta nel modo da lei indicato: inserisce le spese nel prospetto riepilogativo senza conteggiarle nella dichiarazione precompilata.

In questo modo, il contribuente ha la possibilità di controllare nel dettaglio la spesa in questione per inserirla correttamente in dichiarazione.

Nel suo caso (locazione e spese di ristrutturazione), potrebbero esserci difformità fra i dati dei bonifici e le comunicazioni dell’amministratore del condominio, insufficienti indicazioni relative a dati catastali. O più semplicemente la verifica delle soglie massime di spesa per godere della detrazione.

Effettivamente, come giustamente rileva, questo comporta una modifica alla dichiarazione, rendendola quindi soggetta a controlli.

Tra le operazioni che il contribuente può fare, correggendo dati che non comportano modifiche sostanziali d’imposta, quindi consentendo l’invio senza subire controlli, non figurano le detrazioni, che hanno un impatto concreto sull’esito della dichiarazione.