Tratto dallo speciale:

Windows Azure debutta al Pdc 2009

di Tullio Matteo Fanti

scritto il

Windows Azure, la piattaforma "in the cloud" di Microsoft, diventerà realtà a partire dal primo gennaio 2010

Nel corso della Professional Developers Conference di Los Angeles, Microsoft ha definito tempi di rilascio, caratteristiche, prezzi e sviluppi futuri di Windows Azure, la piattaforma “in the cloud” che permette di usufruire di servizi hardware e software in maniera standardizzata attraverso i server Web.

Windows Azure sarà in produzione dal primo gennaio, a disposizione per l’acquisto da febbraio 2010. I servizi Microsoft di Cloud Computing saranno offerti a consumo.

La piattaforma Microsoft risponde alla domanda delle aziende per applicazioni cloud, offrendo accesso a servizi, dati e informazioni personalizzabili attraverso una qualsiasi soluzione fissa o mobile, a tutto vantaggio di versatilità e produttività.

Per rispondere al meglio alle richieste di lavoro, Azure non sarà legato obbligatoriamente alle tecnologie Microsoft, ma supporterà anche applicazioni in PHP, Ruby e Java, oltre a permettere la connessione a database MySQL o Web server Apache o sviluppati con Eclipse.

Non mancheranno programmi basati sul cloud e pronti per l’uso, quali Windows Live, Dynamics e altri servizi business tipo Exchange e SharePoint Online.

Inoltre, il passaggio ad Azure non richiede necessariamente di abbandonare qualsiasi forma di software desktop: sarà infatti possibile decidere quali applicativi installare online e quali offline, oltre a poter connettere applicativi locali ad altri applicativi nel cloud.

Appfabric rappresenta una tecnologia pensata per spostare facilmente alcuni applicativi dai server aziendali all’interno del cloud. Grazie a Sydeny sarà inoltre possibile connettere le applicazioni locali con le applicazioni in the cloud.

Infin,e per quanto riguarda i prezzi, calcolati in base alle esigenze, sembrano rispecchiare le cifre già rilasciate nel corso del mese di luglio.

I Video di PMI

Servizi online della PA: credenziali di accesso