SaaS, Pmi ancora poco convinte. Rapporto ANFoV

di Noemi Ricci

scritto il

Presentata in occasione dello Smau 2008 un'indagine dell'Anfov che rivela come il software da remoto (SaaS) non sia ancora riscito a convincere le piccole e medie imprese

Secondo una recente indagine realizzata da ANFoV – Associazione per la convergenza nei servizi di comunicazione – e presentata in occasione dello SMAU 2008, l’approccio delle Pmi all’adozione delle nuove tecnologie è ancora frammentario, in particolare delle soluzioni Software-as-a Service, meglio note come SaaS.

Le piccole realtà sarebbero infatti poco propense ad utilizzare questo tipo di soluzioni e si limiterebbero ad appaltare all’esterno solo il backup dei dati.

Ancora troppo poco sicuro sarebbe considerato in primo luogo l’hosting di applicazioni. A spaventare le aziende è però soprattutto l’idea di mandare i dati aziendali al di fuori della società stessa.

Non riscuote grande successo neanche l’help desk online per installazione e manutenzione, nè tanto meno l’idea di legarsi ad un unico fornitore con il rischio di lasciarsi sfuggire eventuali offerte più vantaggiose.

Ad attirare verso queste soluzioni c’è però la possibilità di risparmiare sui costi ICT. Le aziende si dichiarano disposte a seguire un percorso di educazione e informazione dal punto di vista informatico.