Le novità di OpenOffice.org 3.0

di Alessandro Vinciarelli

scritto il

La nuova versione della suite open source per la redazione e la gestione di documenti giunge alla versione 3.0. Disponibile da oggi sul sito ufficiale, promette più funzioni per il business

È disponibile da poche ore per il download la nuova release del più noto e funzionale dei cosiddetti Microsoft Office replacement, ovvero OpenOffice.org.

L’elenco delle novità di OpenOffice 3.0 è disponibile presso il sito di PLIO, la community italiana di sviluppatori volontari che supporta il progetto.
La versione 3.0, a quanto pare sempre più indirizzata al mondo business, porta con sé una notevole quantità di miglioramenti per il lavoro d’ufficio.

Tra le funzionalità particolarmente richieste dagli utenti business, infatti, spicca la disponibilità per più sistemi operativi, con la possibilità di aprire e salvare file nei formati MS-Office 2007 oppure, per gli utenti Macintosh, MS-Office 2008 per Mac OS X.

Per rimanere in tema di compatibilità con Microsoft, il software è pienamente supportato da Windows Vista, mentre l’affinità con VBA (Visual Basic for Applications) è ancora parziale.

OpenOffice 3.0 aggiunge inoltre la piena aderenza agli standard, con l’esportazione dei documenti in PDF e la piena compatibilità con il formato OpenDocument (versione 1.2), basato su XML.

Infine, sono state previste migliorie per la collaborazione sui fogli di calcolo (Calc) e aggiornamenti per quanto riguarda la funzionalità di ritaglio immagini, nonché un interessante Start Centre da cui è possibile gestire l’avvio dei singoli componenti della Suite.

La terza versione ufficiale di OpenOffice.org trasforma di fatto anche la licenza, che passerà alla LGPL3, la nuova licenza della Free Software Foundation.