Windows, Mac, Linux: vantaggi e svantaggi dei 3 sistemi operativi

di Dario Freddi

scritto il

Prima della scelta del software gestionale, e ancora prima della scelta dell’hardware, viene quella del sistema operativo. Non vi devo certo venire io ad insegnare che la concorrenza è la cosa migliore per un utente, e mai come di questi tempi la scelta dell’OS, precedentemente unilaterale, inizia a farsi, perlomeno, interessante.

In questi giorni ho avuto l’occasione di utilizzare tutti e 3 i principali sistemi Operativi: parlo di Linux, Mac e Windows (politicamente in ordine alfabetico), e ne ho potuto apprezzare pregi e difetti.

Premetto che la mia analisi è del tutto personale, ma spero che in qualche modo possa tornare utile a chi non si sente soddisfatto della propria scelta attuale, magari forzata. Ma bando alle ciance…

La descrizione è volutamente asettica e schematica, in modo che ognuno possa fare le proprie dovute conclusioni. Come detto primaPartiamo in ordine alfabetico

Linux

Pregi: Gratuito, libero (nessun problema di licenza), altamente modificabile e quindi personalizzabile, veloce, sicuro.

Difetti: Supporto Hardware non sempre perfetto, impossibilità  di usare programmi diventati oramai lo standard, poca presenza di software gestionali.

Punti di forza/debolezza: Nell’applicazione Server non ha ancora rivali, anche grazie alla sua compatibilità  con client con diversi sistemi operativi (vedi Samba) e al pieno sfruttamento dell’hardware, oltre che alla sicurezza. Inoltre non comporta spesa alcuna per l’azienda. E’ ancora però prematuro utilizzarlo come client.

Possibile utilizzo: Server

Mac

Pregi: Sistema Operativo concepito appositamente per l’hardware, applicativi estremamente professionali (soprattutto nel campo multimediale), molto veloce, sicuro

Difetti: Prezzo, pochi applicativi utili in azienda al di là  del multimedia

Punti di forza/debolezza: Multimedia = Mac, poco da fare. Se bisogna lavorare con filmati o grafica (soprattutto quest’ultima ad oggi è fondamentale anche per dare una buona immagine all’azienda) un Mac fa la differenza. Tuttavia se fossi un impiegato non considererei nemmeno l’utilizzo di un computer Apple, dato che il discorso sui programmi è lo stesso di Linux, forse ancora più estremizzato.

Possibile utilizzo: Lavoro Multimediale

Windows

Pregi: Tutti gli applicativi standard girano su Windows, compatibile con quasi tutto l’hardware sul mercato, ad oggi la stragrande maggioranza delle applicazioni è concepita per Windows. Quindi: flessibilità 

Difetti: Meno sicuro delle altre due piattaforme, prestazioni lievemente inferiori, necessità  di programmi di protezione quali antivirus e simili

Punti di forza/debolezza: C’è un vantaggio fondamentale nell’utilizzare Windows, e cioè poter usare gli applicativi migliori ad oggi disponibili in quasi tutti i campi, soprattutto in quello gestionale. Peccato che questa piattaforma sia ad oggi più insicura delle due precedenti.

Possibile utilizzo: Client Generico

Premetto: il mio discorso non è del tipo “questo OS è meglio”. Ho cercato un’analisi il più obiettiva possibile. Aggiungete anche le vostre opinioni per rendere questo post ancora più utile, anche per me.

Intanto vi dò la mia: non c’è un sistema operativo migliore dell’altro. Ma ricordate il discorso sulla concorrenza? E allora perché un’azienda non potrebbe avere dei server basati su Linux che dialogano con dei Client che fanno girare Windows, e un paio di Mac per il design del vostro sito web o del vostro logo?

Così si otterrebbero tutti i vantaggi di ogni piattaforma, annullandone (quasi) gli svantaggi. E sono proprio curioso di sentire la vostra.