Controllare date passate con OpenOffice Calc

di Demetrio Porcino

scritto il

OpenOffice include al suo interno un comodissimo componente di calcolo, chiamato Calc. Questo pacchetto della suite office open source consente molte complesse operazioni, ma offre anche un semplice accesso a funzioni di base per eseguire calcoli sulle date. Usi tipici in questo contesto sono calendari lavorativi, programmi segnatempo, programmi di gestione agende personali, programmi per la gestione tornei ecc.

Per automatizzare le operazioni di esecuzione di particolari routine in particolari date o eventi è necessario usare le funzioni di controllo sulle date. La più semplice funzione è quella che identifica in formato numerico/data l’esatta data odierna e è “Today()”. Inserendo in una cella qualunque di Calc la stringa “=today()” (senza virgolette) avremo come risposta la data attualmente impostata sul PC dove il programma viene eseguito (attenzione ad eventuali errori di data nell’orologio del vostro PC!).

Una importante funzione è il confronto semplice e del tutto automatico fra due date che verranno trattate come se fossero dei valori numerici veri e propri, con valori tanto maggiori quanto più le date sono avanti nel tempo. Conoscendo la data attuale (ottenuta con today()) potremo quindi agevolmente fare un confronto diretto con una data prestabilita (ad esempio derivata da una lista di appuntamenti) e trarre delle conclusioni sull’evento, verificando ad esempio se è passato o futuro (rispetto alla data odierna).

Per fare questo confronto basterà inserire in una apposita casella la formula di confronto ed esecuzione condizionata. Assumendo che la celletta B2 contenga una fra le date prestabilite nell’agenda, una semplice formula di confronto potrà essere scritta come:

=IF(B2>TODAY();"No";"Si")

Questa formula assegna “Si” alla casella corrispondente ad una data in cui l’evento (in B2) è già passato e “No” per un evento ancora da venire. Con questo semplice confronto saremo in grado di distinguere immediatamente fra eventi del passato ed eventi del futuro e potremo così far eseguire al nostro gestore di appuntamenti una azione opportuna. L’uso di azioni condizionate al verificarsi di eventi e dall’avvicinarsi di date consente inoltre di preprogrammare particolari colonne e lasciare la loro attivazione automatica ad una data predefinita, disseminando magari delle piccole uova di Pasqua nascoste nei nostri programmi Excel.