Tratto dallo speciale:

SMAU Berlino: bilancio della prima edizione

di Teresa Barone

scritto il

Grande successo per la prima edizione di SMAU Berlino, vetrina per 50 start-up italiane innovative.

Si è conclusa positivamente la prima edizione di SMAU Berlino, che ha coinvolto anche numerose eccellenze dell’innovazione Made in Italy impregnate a Palazzo Italia il 12 e il 13 marzo 2015. Un’occasione importante per consolidare il legame tra l’Italia e la Germania per quanto riguarda lo sviluppo di progetti di open innovation e il futuro delle start-up.

=> Roadshow SMAU 2015 sbarca all’estero

Bilancio

Sono stati otto gli eventi di networking realizzati nel corso di SMAU Berlino, quattro le tavole rotonde che hanno avuto come protagonisti 27 speaker internazionali ma anche istituzioni e rappresentanti delle Regioni italiane, Emilia Romagna, Toscana e Campania, oltre a numerosi investitori.

Startup Award

Tra le più innovative idee di impresa premiate in occasione dello Startup Award, inoltre, figurano la napoletana Pandora Group che realizza sistemi prefabbricati per il risparmio energetico, MadeUp di Treviso che ha creato una piattaforma B2B per ricevere sul proprio smartphone informazioni su un prodotto specifico (attraverso un tag NFC inserito nel prodotto stesso), e la senese Proteo che realizza in 3D dispositivi medici su misura.

«Berlino – ha affermato Pierantonio Macola, Amministratore Delegato di SMAU – è stata l’occasione per mostrare come il talento italiano delle nostre start-up possa giocare un ruolo strategico per tutti i sistemi produttivi europei.  L’ecosistema dell’innovazione italiano che, grazie alle start-up vede una nuova stagione ha bisogno di costruire nuove reti di collaborazione che siano inclusive rispetto ai fiduciari delle imprese internazionali: la Germania è da sempre per l’Italia un partner strategico e lo SMAU di Berlino ci ha consentito di costruire nuove relazioni che consentiranno alle nostre start-up di approcciare nella maniera più efficace questo mercato.  Ma Berlino è stata anche un’opportunità per anticipare in maniera concreta  l’offerta di innovazione che gli operatori stranieri potranno incontrare nella tappa internazionale di ottobre, collegata agli eventi B2B di Expo2015, e che vedrà tutte le regioni presenti, oltre 800 espositori, nuovi protagonisti dell’innovazione, di cui 400 start-up.  Da questo primo evento Berlino e la sua comunità entrerà a far parte in modo stabile del nostro network di appuntamenti che dal 2016 affiancheranno a Berlino altre due tappe all’estero.»

=> Start-up e innovazione italo-tedesca a SMAU Berlino