Tratto dallo speciale:

Il Cloud di Poste Italiane si integra con Microsoft Office 365

di Noemi Ricci

scritto il

L'accordo di Microsoft con Poste Italiane su un'offerta integrata di servizi innovativi di Cloud Computing per professionisti, PMI e PA.

Microsoft e Poste Italiane hanno stretto un accordo che si rivolge a professionisti, PMI e PA (centrali e locali) con un’offerta integrata di servizi innovativi di Cloud Computing.

Obiettivo: supportare la digitalizzazione del Paese e di conseguenza la competitività dell’economia con il lancio di soluzioni tecnologicamente avanzate nel campo della comunicazione digitale.

La partnership si concretizzerà nell’integrazione dei servizi di Poste Italiane – quali PEC, Firma Digitale e Conservazione Sostitutiva – con i servizi di comunicazione e collaborazione di Microsoft Office 365, così da permettere a professionisti, PMI e PA di sfruttare senza complicazioni i vantaggi del Cloud Computing in termini di efficienza e produttività.

=> Scopri i vantaggi del Cloud Computing per le PMI

Office 365, lo ricordiamo, è la piattaforma che riunisce Microsoft Office, Microsoft SharePoint Online, Microsoft Exchange Online e Microsoft Lync Online in un unico servizio sulla nuvola, quindi sempre aggiornato e accessibile anche in mobilità.

=> Leggi di più su Office 365

A gestire la diffusione dell’offerta commerciale sarà Poste Italiane attraverso la rete di uffici Poste Impresa, capace di garantire massima capillarità sul territorio.

«L’accordo con Microsoft conferma il forte orientamento all’innovazione che caratterizza Poste Italiane e ne guida lo sviluppo. La partnership è un ulteriore passo compiuto dall’azienda per dare adeguato sostegno alla crescita dei protagonisti della vita economica del Paese. Forniremo soluzioni tecnologiche all’avanguardia per aiutare i professionisti, le PMI e la PA a concentrarsi sul proprio business, facendo leva contemporaneamente su un pacchetto di servizi di comunicazione di alta qualità che si può ottenere con un investimento sostenibile» ha dichiarato l’AD di Poste Italiane, Massimo Sarmi.

«Il Cloud Computing si sta affermando sempre più su scala globale e quasi due terzi delle aziende stanno pianificando, implementando o utilizzando il Cloud. Promuovere questo processo di innovazione anche a livello italiano è fondamentale, soprattutto perché il Cloud rappresenta una leva strategica per supportare la crescita delle PMI e la modernizzazione del settore pubblico, due segmenti che possono fare la differenza all’interno dell’economia nazionale.

=> Leggi della nomina Microsoft di Esposito per l’innovazione delle PMI

È per questo motivo che siamo entusiasti di collaborare con un protagonista quale Gruppo Poste Italiane, che in virtù del proprio radicamento territoriale è vicino alle esigenze di queste realtà e può accompagnarle in un efficace percorso d’innovazione. Il numero di PMI che utilizzano Office 365 è aumentato del +150% negli ultimi 12 mesi, a dimostrazione dei vantaggi offerti da questa soluzione, e grazie a questo accordo sempre più aziende italiane potranno beneficiare dei nostri servizi di produttività e collaborazione in modo flessibile e sicuro», ha dichiarato Carlo Purassanta, Amministratore Delegato di Microsoft Italia.

I Video di PMI

Servizi online della PA: credenziali di accesso