Tratto dallo speciale:

iPhone 5: debutta la connettività LTE?

di Tullio Matteo Fanti

scritto il

Il futuro iPhone 5 potrebbe racchiudere al suo interno un rivoluzionario chip realizzato da Qualcomm, in grado di offrire supporto quadmode ad un gran numero di reti, LTE comprese.

La banca d’affari Morgan Stanley ha diffuso ai suoi investitori alcune previsione sul futuro iPhone 5, il cui debutto è atteso per l’autunno 2012. Tra le novità, un display più ampio con una risoluzione più elevata, un design più sottile e un chip Qualcomm in grado di garantire connettività alle reti LTE.

La nota informativa rilasciata dall’analista Katy Huberty descrive il chip Qualcomm come qualcosa di rivoluzionario, in grado di garantire al nuovo iPhone connettività con praticamente tutte le reti disponibili: dal GSM al 3G, passando per le reti 4G LTE (Long Term Evolution).

Se le supposizioni di Huberty si rivelassero esatte, il futuro iPhone 5 si presenterebbe quindi come un “World Phone” di prima categoria, in grado di offrire accesso ai network di tutto il mondo e pertanto potenziale oggetto del desiderio da parte di chi si trova spesso in viaggio per motivi di lavoro.

Il nuovo iPhone presenterebbe inoltre un design decisamente più sottile rispetto all’attuale versione 4S, grazie all’utilizzo di una nuova generazione di pannelli multitouch; inoltre, la scocca potrebbe presentare un design rinnovato attraverso l’utilizzo di nuovi materiali, tra i quali si ipotizza l’alluminio, già presente all’interno di molti prodotti Apple.

La nota contiene infine alcune proiezioni di vendita per i nuovi prodotti Apple: le vendite di iPhone 5 e iPad 3 dovrebbero mantenersi su valori piuttosto elevati, nonostante l’attuale crisi economica, con una crescita del 50% di iPhone 5 in fase produttiva e un aumento sul mercato del 30%. Per l’iPad 3 si prevede una crescita del 20-40%.