Pagamenti mobili, accordo tra GSMA ed EPC

di Alessandro Vinciarelli

scritto il

Al fine di velocizzare sviluppo e utilizzo di servizi contactless, la GSM Association annuncia un accordo di collaborazione con la European Payments Council

Nuovi sviluppi per quanto riguarda l’acquisto di beni e servizi attraverso i dispositivi mobili via cellulari e smartphone, in base ai quali sarà presto possibile effettuare acquisti real time.

Per ccelerare lo sviluppo dei servizi contactless, la GSM Association – ovvero l’associazione che riunisce 750 operatori mobili appartenenti a 250 Paesi – HA ANNUNCIATO un accordo di collaborazione con lo European Payments Council, chE rappresenta 8 mila banche appartenenti all’Unione Europea e non solo.

Si tratta di un nuovo passo verso una convergenza tra istituti finanziari e infrastrutture di rete tlc, attraverso il quale si incomincia a pensare ad un approccio comune per la diffusione di queste tecnologie.

In particolare, l’iniziativa Pay-Buy Mobile ha l’obiettivo di diffondere la tecnologia Near Field Communications (NFC) nei cellulari: con un raggio d’azione di circa 10 centimetri, permette lo scambio di dati tra dispositivi elettronici.

La tecnologia è da tempo in fase di sperimentazione, er ora si sta focalizzando sulla sicurezza delle fatturazioni e delle informazioni personali contenute sulla SIM del dispositivo mobile. Per ora la soluzione sembra l’utilizzo di un’apposita carta SIM abbinata alla tecnologia NFC.

Gli scenari di applicazione sono già pronti e afferiscono alla sfera dei piccoli acquisti. Le sperimentazioni, alle quali partecipano grandi nomi come AT&T e Orange, sono già in atto e presto coinvolgeranno anche altri player.