Tratto dallo speciale:

BlackBerry: Mobile Work per PMI e professionisti 2.0

di Barbara Weisz

scritto il

Mobile Working a prova di BYOD con BlackBerry BES 10: ecco come gestire i device di manager e dipendenti separando spazio privato e di lavoro, anche su iOS e Android.

Il mondo Blackberry per le aziende parte dai device (leggi di più) – come il Q10 con tastiera e lo Z10 interamente touchscreeen – ma punta  anche sul software, soprattutto sul sistema BES 10  per gestire il Mobile in azienda.

BES (BlackBerry Enterprise Service) è una piattaforma completa, adatta ad ogni esigenza di Mobility delle imprese, con soluzioni diverse a seconda delle dimensioni (comprese le le PMI) e delle esigenze di dipendenti e manager.

In pratica, l’azienda assicura a dipendenti, manager e professionisti piena mobilità (gestione documenti, mail, comunicazione, collaborazione…) anche quando si utilizzano device personali ( in ottica BYOD), con una gestione intelligente e sicura sia per l’impresa sia per l’utente.

=>Scopri le soluzioni per il business di BlackBerry

Al BlackBerry Experience Forum di Milano, unica tappa italiana , sono inoltrebstate presentate le ultime novità:

  • Grazie a “Balance“, BES 10 gestisce separatamente due ambienti, aziendale e personale, sullo stesso smartphone, senza contaminazioni.
  • Lo Universal Device Service gestisce device, configurazioni, software e applicazioni non solo per gli apparecchi Blackberry, ma anche per quelli che funzionano con i sistemi iOS (come l’iPhone di Apple) e Android (come il Samsung Galaxy).

BES 10

E’ il cuore del sistema BlackBerry 10 per le aziende. Sempre più ricco di app (a quota 120mila), concentrato su Mobile Computing ed Enterprise Mobility, con 12mila installazioni nel mondo di cui circa 300 in Italia.  Per le imprese che già utilizzavano una piattaforma Blackberry, è installabile anche su server BES 5 (l’upgrade intermedio è gratuito fino a dicembre).

L’impresa può scegliere fra tre livelli:

  • Basic: per le realtà di piccole dimensioni o senza bisogno di particolari policy di sicurezza aziendali (oltre a quelle di base esistenti, di protezione password e sicurezza del device). Funziona con ActiveSync.
  • Corporate: pacchetto più ampio, per grandi realtà o PMI con necessità di gestire un alto numero di dispositivi mobili assicurando protocolli di sicurezza e servizi adeguati. Una piattaforma completa che permette al personale di portarsi dietro un ufficio 2.0 con tutti i servizi e le protezioni del caso. Funziona con il BES 10.
  • Regulated: novità della versione BES 10.1, assicura massima sicurezza, ideale per imprese che operano in settori delicati (PA, Security…) o per utenti che nello smartphone custodiscono dati e documenti molto sensibili (executives…).

=> Sistemi operativi: BlackBerry 10 il più sicuro

Gestione terminali: il Balance

Ogni smartphone collegato al sistema, dispone di due aree separate (personale e lavoro). Sono separati: app, funzioni, programmi, posta, documenti, agenda, comunicazioni eccetera.

L’area lavoro (il Work Place) ha un suo PIN di accesso, con una app dedicata (Password Keeper), per la gestione delle password. In questo modo l’azienda non accede ai contenuti privati mentre il perimetro aziendale risulta meglio protetto (niente copia e incolla tra le due aree!).

Qualche esempio pratico:

  • per navigare si seleziona un Work browser, che ad esempio può essere impostato senza accesso a particolari siti o social network, per uniformarsi alle policy aziendali.
  • per le app, l’azienda, può “forzare” la configurazione laddove necessario (in questo caso all’utente apparirà una pop up) ma l’accesso e le password restano sotto controllo personale.

Nel caso di un consulente che termina il suo incarico, l’azienda può rimuovere dal device i propri contenuti e configurazioni, lasciando intatto tutto il resto.

Smartphone BlackBerry 10

La semplicità d’uso è garantita, con una serie di funzioni innovative di semplificazione: se ad esempio si sta utizzando una qualsiasi funzione e arriva un messaggio, o un tweet, si può passare da un’azione all’altra semplicemente spostando la tendina, senza aprire il relativo client.

Per le aziende, c’è una app dedicata di instant messaging con una novità: è possibile trasformare una conversione in una chiamata.

Una caratteristica tradizionale del BlackBerry è la tastiera: non solo quella fisica del Q10 (peculiarità di questo smartphone, particolarmente curato nella grafica, nelle dimensioni e nei materiali), ma anche quella touch dello Z10. Un esempio: la tastiera touch impara a conoscere il suo utente, memorizzando le parole che usa più frequentemente, e correggendo il testo di conseguenza, magari adattandolo in maniera diversa per le esigenze di lavoro (utile, per esempio, quando si manda una mail).

Il meccanismo consente anche di velocizzare parecchio la fase di scrittura dei messaggi: iniziando a digitare le prime lettere di un vocabolo, appaiono parole complete (in base a quello che la tastiera ha “imparato” dall’utente, quindi un meccanismo nettamente più sofisticato del T9), e a quel punto basta trascinarle nel testo.

Universal Device Service

E la già citata caratteristica, innovativa per BlackBerry, per cui la piattaforma supporta anche i sistemi degli avversari (iOs di Apple e Android di Google).

L’ambiente BlackBerry si “apre” mantenendo le proprie caratteristiche di sicurezza (i dati viaggiano sull’infrastruttura proprietaria). La funzione UDS consente di gestire tutto: device, configurazioni, policy di sicurezza, software, applicazioni. Gli utenti si possono gestire singolarmente o per gruppi.

Permette di abilitare da remoto account, mail e via dicendo, e di configurare le app enterprise (anche sull’iPhone, per intenderci). Comprende anche la funzione per cui ci sono mandatory app (obbligatorie) e optional (liberamente scaricabili dall’utente).

Le policy di sicurezza sono differenziate a seconda della soluzione tecnologica di mobility scelta dall’azienda: molto sofisticate quella del profilo Regulated, distintivo soprattutto per queste caratteristiche. Fra le altre cose, se il device viene utilizzato da qualcuno che non è il proprietario, è possibile impedire l’accesso a servizi, messaggi, mail selezionate, e via dicendo.

Da sottolineare che ci sono opzioni di sicurezza pensate anche per il Basic, con un Gatekeeping che anche in questo caso protegge il sistema aziendale da accessi di device non autorizzati.