Microsoft manda in pensione Works e annuncia Office Starter 2010

di Emanuele Menietti

scritto il

Microsoft ha confermato l'intenzione di distribuire una versione di base del suo Office 2010 sui nuovi PC al posto del celebre Works. Office Starter 2010 offrirà le edizioni basic di Word ed Excel e offrirà la possibilità di effettuare un upgrade

Per Microsoft Works è giunto il momento della pensione. Il colosso dell’informatica ha da poco confermato l’intenzione di sostituire la celebre suite di base per la produttività con una starter edition del nuovo Office 2010. I produttori di computer avranno la possibilità di fornire ai propri clienti dispositivi con Microsoft Office Starter 2010 al posto di Works, offrendo inoltre la possibilità di effettuare un pratico upgrade verso la versione completa degli applicativi per la produttività realizzati da Redmond.

«Office Starter 2010 è una versione con funzionalità ridotte e supporto per l’advertising di Office 2010, disponibile esclusivamente per i nuovi personal computer. Office Starter 2010 offrirà ai possessori dei nuovi PC la possibilità di venire in contatto con Office 2010 senza dover compiere alcuna installazione» si legge nel comunicato da poco pubblicato sul blog Microsoft Office 2010 Engineering. La nuova soluzione è destinata a sostituire dunque il celebre Works, adottato per numerosi anni dal colosso dell’informatica come soluzione a basso costo e alternativa a Office sui nuovi personal computer.

La starter edition di Office 2010 includerà due soli applicativi: il sistema per la produzione di testi Word e il software per la realizzazione dei fogli di calcolo Excel. Entrambe le applicazioni presenteranno solamente una selezione delle principali funzionalità delle edizioni complete di Word 2010 ed Excel 2010. Consentiranno dunque di visualizzare i file creati con Office e di editarli, ma non permetteranno l’utilizzo di un’ampia gamma di funzioni avanzate.

«Si tratta di un autentico rimpiazzo di Works. Non è il semplice rebrand di Works. Si tratta di un prodotto Office vero e proprio» ha dichiarato Takeshi Numoto, Microsoft corporate vicepresident, durante la prestazione della nuova soluzione escogitata da Redmond per mantenere più stretto il rapporto degli utenti con il proprio Office. Offrendo le versioni semplificate di Word ed Excel, Microsoft mira a disincentivare l’adozione di soluzioni alternative come OpenOffice o come le soluzioni online offerte da Google con il suo servizio Docs. I due applicativi, totalmente compatibili con MS Office 2010 completo, dovrebbero fornire sufficienti risorse di base per l’editing dei documenti allontanando lo spettro della concorrenza.

Oltre a consentire a Microsoft di aumentare la fedeltà degli utenti, Office Starter 2010 potrebbe giovare alle performance sul mercato della versione completa della celebre suite di applicativi per la produttività. Gli acquirenti dei nuovi personal computer potranno infatti passare dalla versione base di Office 2010 alle edizioni più avanzate attraverso una semplice procedura di upgrade. Nelle intenzioni di Microsoft, tale condizione dovrebbe semplificare l’adozione dei propri applicativi e ridurre la pirateria e i fenomeni di contraffazione del software.

Insieme ai principali produttori di personal computer, Microsoft ha elaborato il programma Product Key Card per facilitare l’adozione delle soluzioni di Office 2010. Analogamente a una normale scheda per la ricarica di un telefono cellulare, la card realizzata da Redmond contiene un codice di attivazione per sbloccare tutte le funzionalità della copia di Microsoft Office 2010 preinstallata sui nuovi personal computer. La Product Key Card potrà essere acquistata nei negozi di informatica in alternativa alle tradizionali confezioni del prodotto.

«Il packaging della card è molto più contenuto rispetto alla normale scatola (DVD) del prodotto ed è amico dell’ambiente. Il codice contenuto nella card sbloccherà il software di Office 2010 precaricato dai produttori di personal computer sui loro PC e offrirà ai consumatori un sistema più semplice e veloce per iniziare a utilizzare una delle tre versioni di Microsoft Office: Office Home & Student 2010, Office Home & Business 2010 od Office Professional 2010» prosegue il comunicato di Microsoft.

Infine, per gli utenti già in possesso di un personal computer, la società di Redmond ha escogitato un’ulteriore campagna di marketing battezzata con l’esplicativo nome Click-To-Run. L’iniziativa consentirà agli utenti di scaricare direttamente dalla Rete una versione di prova di Office 2010 e di procedere successivamente all’acquisto della suite. La soluzione tecnologica consentirà inoltre di ricevere automaticamente gli aggiornamenti per gli applicativi e offrirà una tecnologia di virtualizzazione per mantenere su un solo sistema più versioni di Office.

Le numerose iniziative messe in cantiere testimoniano l’intenzione di Microsoft di diffondere rapidamente la nuova attesa edizione del suo Office. La nuova suite dovrà del resto confrontarsi non solo con i tradizionali applicativi concorrenti, ma anche con il crescente successo delle soluzioni per la produttività offerte online, che consentono di condividere in maniera istantanea e più semplice i documenti. Redmond non lascerà comunque sguarnita l’area online, offrendo una valida integrazione con Office Web Apps.