Lufthansa e Panasonic insieme per WiFi e SMS ad alta quota

di Emanuele Menietti

scritto il

Lufthansa ha stretto un accordo con Panasonic per implementare una nuova versione di FlyNet. Il sistema consentirà ai passeggeri di inviare SMS e navigare online anche durante i voli a lungo raggio

Inviare SMS dal proprio telefono cellulare e navigare sul Web via wireless durante un volo in aeroplano. È questo l’obiettivo della compagnia aerea Lufthansa, che ha da poco confermato l’intenzione di offrire ai propri viaggiatori la possibilità di utilizzare i telefonini e i dispositivi per consultare la Rete a bordo dei propri vettori sulla falsa riga di quanto realizzato da altre compagnie aeree come Air France, British Arways e American Airlines. L’iniziativa sarà resa possibile grazie a una partnership raggiunta con Panasonic e sarà progressivamente estesa a tutta la flotta Lufthansa.

«Per quanto riguarda la comunicazione, i clienti di Lufthansa potranno presto fare affidamento su un servizio a bordo di alta qualità. Sulle rotte a lungo raggio, offriamo ai clienti business in particolare una gamma di opzioni per la comunicazione al pari di quelle disponibili presso i punti di accesso alla Rete più potenti negli hotel di alta fascia» ha dichiarato Wolfgang Mayrhuber, CEO della compagnia aerea, sottolineando l’impegno della società nell’equipaggiare buona parte della flotta con soluzioni idonee per consentire una navigazione a banda larga anche in viaggio.

Battezzata FlyNet, l’iniziativa nasce in parte dalle ceneri di un precedente progetto avviato nel 2003 con Boeing Connexion per la connettività a bordo, telefonia esclusa. Un piano abbandonato dopo circa tre anni dalle due società e ora riportato alla luce grazie al nuovo accordo con Panasonic e alla recente decisione dell’Unione Europea di dare il via libera alla telefonia mobile a bordo degli aeromobili.

«Siamo entusiasti di lavorare con Lufthansa per il lancio del nuovo servizio broadband exConnect di Panasonic. La precedente esperienza di Lufthansa nel campo della connettività per gli utenti la rende il partner ideale per il lancio del servizio exConnect» ha dichiarato Paul Margis, CEO di Panasonic Avionics Corporation, ricordando il ruolo centrale di Lufthansa nell’avvio delle prime sperimentazioni per portare la connettività in volo ai viaggiatori.

I passeggeri in possesso di un dispositivo compatibile con la tecnologia WiFi o di un telefono cellulare GSM/GPRS avranno la possibilità di collegarsi alla Rete in qualsiasi punto degli aeroplani Lufthansa come con un comune hotspot pubblico. Il costo del servizio non è stato ancora comunicato dalla compagnia aerea, che ha comunque confermato l’intenzione di avviare piani di traffico differenziati per rispondere alle diverse esigenze degli utenti. I passeggeri potranno utilizzare anche i punti del programma Miles & More per accedere al servizio senza un ulteriore esborso di denaro. Le opzioni flat giornaliere o mensili potranno essere acquistate direttamente a bordo tramite pagamento con carta di credito o attraverso il credito del proprio telefono cellulare.

Salvo cambiamenti di programma, la nuova versione del progetto FlyNet sarà progressivamente estesa a tutti i voli ad ampio raggio Lufthansa su scala globale entro la fine del prossimo anno. Il numero di vettori coinvolti dovrebbe attestarsi per la prima fase dell’operazione intorno alle 50 unità. Ulteriori fasi dell’iniziativa dovrebbero poi coinvolgere il resto della flotta, consentendo a Lufthansa di offrire connettività a bordo per un numero crescente di passeggeri.

Il WiFi a bordo per l’accesso a Internet è ormai pratica comune negli Stati Uniti, ma interessa principalmente i voli domestici e non il traffico internazionale. A differenza delle altre compagnie aeree, Lufthansa è invece determinata a fornire un servizio per accedere al Web anche sui voli internazionali a lunga percorrenza, una caratteristica che potrebbe attirare un maggior numero di passeggeri specialmente nel comparto business. La società tedesca ha del resto maturato una buona esperienza nel settore della connettività grazie alle precedenti iniziative con Boeing terminate nel 2006 con una media di 30mila connessioni ad alta quota al mese.