Rivoluzionaria tecnologia italiana

di Paolo Iasevoli

scritto il

Il DIMS della torinese IntelligenceFocus è una tecnologia in grado di rilevare tutti i dati che viaggiano su rete: è già stata adottata dagli enti governativi USA ma mostra potenzialità ben più ampie...

Una tecnologia che consente di scandagliare la rete e di analizzare ogni tipo di informazione che viaggia su di essa è senza dubbio di portata rivoluzionaria. E la sorpresa è che non è nata negli USA o in Giappone bensì a Torino in seno alla IntelligenceFocus, azienda fondata nel 2004 e specializzata nella realizzazione di soluzioni non convenzionali di sicurezza e intelligence.

Dietro l’acronimo DIMS (Dynamic Intelligence Management System) si nasconde un sistema in grado di monitorare e correlare in tempo reale il flusso informativo di dati digitali, reti e utenti. I dati possono essere intercettati ovunque si trovino, anche qualora fossero nell’Hidden Web (ovvero su quei siti non indicizzati dai motori di ricerca) e soprattutto in qualsiasi forma essi siano. Questo significa che possono essere rilevati e analizzati non solo i dati strutturati in database ma anche quelli non strutturati, come l’allegato di una email o un messaggio scambiato in chat; ai dati vengono poi associati i profili comportamentali degli utenti e delle relative social network. Questa novità assoluta rende il DIMS una tecnologia dalle grandissime potenzialità che può trovare applicazione in diversi settori.

  • Conformità dei contenuti: verifica se un contenuto su web o su rete peer-to-peer è conforme a determinate regole, bloccandolo se offensivo, violento, pornografico o predatorio.
  • Protezione delle informazioni riservate: al contrario delle tecnologie tradizionali intercetta contenuti riservati anche se utilizzati da un utente autorizzato e leggermente modificati.
  • Immunità da Phishing e Pharming: è in grado di identificare e prevenire nuovi tentativi di phishing e pharming perché confronta i siti web consultati con quelli ufficiali.
  • Analisi dell’ hidden web e dei contenuti mascherati per scoprire comunità criminali, mercato grigio, reclutamento di terroristi e altri pericoli alla pubblica sicurezza.
  • Profilazione avanzata degli utenti che visitano risorse in rete Internet o Intranet.

Gli enti governativi USA hanno già adottato il DIMS per la lotta contro il terrorismo e innumerevoli sono i vantaggi offerti anche alle imprese: da una migliore e più sicura gestione degli accessi alle reti aziendali alla protezione dei dati conservati e scambiati. Anche la recente guerra dichiarata dal Governo italiano ai siti pedopornografici potrebbe trarre giovamento dall’implementazione del DIMS, considerato il suo funzionamento proattivo esemplificato dallo stesso Maurizio Attisani, fondatore di IntelligenceFocus: «DIMS è in grado di individuare in tempo reale il caricamento di contenuti pedopornografici, illegali o atteggiamenti criminali su larghe Social Networks e di fornire servizi di allertamento preventivo».