Tratto dallo speciale:

IBM MobileFirst: servizi cloud per i Mac delle imprese

di Francesca Vinciarelli

scritto il

Si rafforza la partnership Apple-IBM con il lancio della nuova suite che consente di integrare Mac con i sistemi e le applicazioni aziendali in modo sicuro, facile e veloce anche in ottica BYOD e mobile working.

Sembra crescere in parallelo al ricorso al mobile working l’adozione di Mac in azienda e, per restare al passo con i tempi e con i trend emergenti, IBM ha lanciato IBM MobileFirst Managed Mobility Services, una serie di nuovi servizi IT disponibili sia come soluzione software-as-a-service (Saas) in cloud sia come soluzione on-premise presso i data center del cliente. L’obiettivo della rinnovata partnership tra IBM e Apple è quello di sostenere e dare supporto alle aziende che intendono integrare in modo rapido, agevole e sicuro i Mac (MacBook, MacBook Air, MacBook Pro, Mac Mini, iMac e Mac Pro) con con le proprie infrastrutture IT complesse.

=> Business App su iPhone e iPad: alleati Apple e IBM

Le vendite di Mac negli ultimi anni hanno infatti superato in termini di crescita quelle dei PC, anche grazie alla crescente diffusione all’interno delle imprese che sempre più spesso li mettono a disposizione dei propri dipendenti. L’iniziativa fa seguito al programma interno denominato “Mac@IBM”, avviato in partnership con Apple per la distribuzione di Mac ai dipendenti di clienti specifici. Ora questa esperienza e la collaborazione con Apple viene estesa ad una gamma di clienti potenziali più ampia.

Richard Patterson, direttore generale di Infrastructure Services, presso IBM Global Technology Services, ha dichiarato:

«La facilità di adozione e di utilizzo è alla base di ogni prodotto Apple e, con l’utilizzo sempre più frequente di questi dispositivi sul posto di lavoro, gli utenti si aspettano gli stessi vantaggi che caratterizzano la loro esperienza personale. I nuovi servizi IBM a livello enterprise assicurano una grande user experience ai clienti che usano Mac, offrendo supporto a livello mondiale a partire dall’installazione e per tutta la vita del prodotto».

In particolare il programma prevede la consegna diretta dei Mac ai dipendenti delle aziende clienti, senza necessità di ulteriore setup, imaging o configurazione. Il tutto viene agevolato dalla combinazione con i servizi IBM della piattaforma di gestione dei dispositivi Apple Casper Suite di JAMF Software:

«Questo annuncio è la testimonianza della crescente domanda di tecnologia Apple in ambito aziendale e della solida relazione tra IBM e JAMF per aiutare le organizzazioni ad acquisire, distribuire e proteggere i propri dispositivi Apple. Per noi si tratta di una grande opportunità di collaborazione con IBM per aiutare le imprese e le altre organizzazioni di grandi dimensioni a ottenere un’esperienza di successo con Apple», ha dichiarato Dean Hager, Amministratore Delegato di JAMF Software.

=> Le soluzioni IBM per le PMI

Gli utenti Mac potranno inoltre accedere alla rete, connettersi alla posta elettronica e scaricare le applicazioni aziendali in modo veloce, facile e sicuro, oltre ad avere a disposizione una serie di risorse di auto-aiuto, chat e forum di esperti in materia e servizi di help desk. Gli stessi servizi verranno garantiti per i Mac personali dei dipendenti delle aziende usati per lavoro in ottica BYOD (Bring Your Own Device). Il servizio supporta anche i dispositivi iOS (iPad, iPhone e Apple Watch) rendendo completa l’offerta per la distribuzione e la gestione dei prodotti Apple a livello enterprise.

Per maggiori informazioni consultare il sito dedicato ad IBM MobileFirst.