La linea ProCurve Networking di HP, una soluzione per le aziende

di Alessandro Vinciarelli

scritto il

Presentazione dei nuovi Switch della linea ProCurve di HP: semplicità di utilizzo e configurazione a prezzi per PMI

La linea ProCurve Networking by HP sta vivendo in questo periodo un notevole incremento della produzione, a beneficio di tutte le piccole e media aziende che vogliono fare dei prodotti HP un investimento per il futuro. Proprio per questo crescente interesse si vuole mostrare quali sono i margini di crescita di questo ramo di produzione HP e quali i punti di forza di questa soluzione.

Iniziamo col dire, per chi non ne fosse a conoscenza, che la linea ProCurve Networking si impone come obiettivo quello di poter permettere al cliente, come si legge dal sito ufficiale, di costruire all’interno della propria azienda una vera e propria architettura di rete ben progettata e non una "semplice rete di reti". Dalla sua parte offre una leadership indiscussa nel campo del networking e una esperienza nel settore oramai più che ventennale.

Secondo recenti studi, effettuati da organizzazioni di ormai consolidata affidabilità, ProCurve è diventato nel tempo il secondo centro di produzione di apparecchiature per il networking a livello mondiale. Sotto il profilo del fatturato 2006, infatti, è possibile notare un incremento del 15% rispetto a quello ottenuto nello stesso periodo del 2005.

Tale successo stato ottenuto, a detta dei Business Manager di HP, attraverso la specifica attenzione su particolari punti chiave per il mercato del networking. Questi punti chiavi potrebbero essere racchiusi nei seguenti concetti: innovazione, semplicità, affidabilità, sicurezza e interoperabilità.

Ad esempio, la si ritrova nei meccanismi di gestione dei prodotti, estremamente lineari e adatti ad una facile comprensione. Questo si traduce in una limitazione dei costi in termini di manutenzione e una limitazione dei tempi quando questa manutenzione deve aver luogo.

L’affidabilità viene garantita sia dal punto di vista hardware, in quanto HP offre prodotti con un periodo di vita molto elevato, che di assistenza. La filosofia della linea ProCurve è quella di fornire, accanto alla vendita del prodotto, una adeguata assistenza tecnica a livello di supporto telefonico gratuito, sostituzione del prodotto e aggiornamenti software.

L’interoperabilità viene offerta attraverso l’utilizzo di sistemi e standard aperti che non sottostanno a nessuna soluzione proprietaria. La bontà di questa scelta si nota soprattutto nella riduzione dei costi quando l’azienda ha la necessità di espandere ulteriormente la propria architettura di networking.

Il punto di forza di ProCurve Networking by HP è sicuramente il mercato degli switch. Di recente ne sono stati rilasciati tre che ampliano la già consistente linea di prodotti stackable Layer 2: serie 2810, 1800 e 2510-24. Li vedremo in dettaglio alla pagina successiva.

Di questi nuovi switch è stato curata particolarmente la semplicità di installazione, di utilizzo e manutenzione. Proprio per seguire la linea della semplicità, la loro configurazione e gestione è basata su una semplice interfaccia web che permette anche ai sistemisti o amministratori di rete meno esperti di sfruttare le potenzialità di questi apparati. Inoltre il prezzo con il quale vengono proposti rendono l’acquisto ancora più appetibile.

Come ulteriore prova di fiducia la serie ProCurve offre come garanzia vitalizia e prevede la sostituzione entro le 24 ore del giorno lavorativo successivo al verificarsi del problema. A questa garanzia viene associata, sempre vita natural durante, un servizio gratuito di assistenza telefonica o via mail. In questo modo la serie ProCurve riesce a soddisfare le esigenze di imprese di ogni dimensione.

Come approfondimento andiamo a vedere nel particolare cosa offrono i tre nuovi switch prima esposti:

ProCurve Switch 2810 Series: questo switch è un prodotto con una dimensione ridotta che allo stesso tempo riesce a fornire una connettività sicura molto performante. Tra le disponibilità troviamo la configurazione a 24 e 48 porte. HP stessa consiglia questo strumento se abbiamo necessità di monitoraggio sul traffico e se lo switch verrà utilizzato per applicazioni che utilizzano in maniera pesante la banda a disposizione. Ad esempio particolarmente consigliato se sulla nostra rete viaggiano dati grafici, video streaming o grandi transizioni di dati come nel caso di archiviazioni o richieste di grandi moli di dati da database.

ProCurve Switch 1800 Series: è forse il modello che meglio si adatta alle esigenze delle piccole aziende. Il suo sistema di gestione web, molto semplice, è consigliato nel caso in cui non si abbiano particolari esigenze di gestione di rete o monitoraggio dei dati oppure nel caso in cui gli utenti non siano di un numero elevato. Di questa serie ne sono disponibili due modelli. Il primo è lo Switch 1800-8G, un prodotto dalle dimensioni molto contenute, poco rumoroso, adatto alla connessione di piccoli gruppi di lavoro o alla connessione di un numero limitato di aule o stanze. Il secondo è lo Switch 1800-24G ed è adatto quando crescono le esigenza di connettività e si ha bisogno di un numero più elevato di porte. In quest’ultimo sono presente anche le predisposizioni per due uplink Gigabit in fibra ottica.

ProCurve Switch 2510-24: questo switch molto versatile possiede 24 porte 10/100 può essere installato sia in armadi di distribuzione che come soluzione desktop. L’assenza di ventola rende il prodotto particolarmente silenzioso e adatto alle installazioni in luoghi aperti. Per quanto riguarda la configurazione di base le caratteristiche più importanti le troviamo sotto la voce connettività, che permette anche collegamenti in fibra ottica, e sicurezza che al protocollo IEEE 802.1X associa anche il login di rete tramite RADIUS.

Figura 1: ProCurve Switch 2510-24

didascalia

Di questi tre switch in particolare, e di tutta la serie HP ProCurve Networking è possibile trovare informazioni dettagliate (in inglese) direttamente sul sito HP.