Tratto dallo speciale:

Cybersecurity: un bollino europeo per i fornitori ICT

di Redazione PMI.it

scritto il

Bollino di qualità per i fornitori ICT che offrono servizi di Cybersecurity e promuovono la sicurezza informatica nella UE: i requisiti per ottenerlo.

Sostenere le imprese ICT che offrono servizi di Cybersecurity e promuovere la sicurezza informatica nell’Unione Europea: con questo obiettivo nasce la “Cybersecurity Made in Europe Label”, prima etichetta di qualità destinata alle aziende ed erogata dal Comitato Nazionale per la Ricerca in Cybersecurity, a cui partecipano il Cnr-Iit, il Cini, e il Cnit.

Secondo il progetto della European Cyber Security Organisation (Ecso), le aziende ICT che hanno la sede legale e mercato principale sul territorio europeo e in Gran Bretagna, possono ottenere il bollino di qualità per certificare la loro provenienza e aumentarne la visibilità sul mercato europeo e internazionale.

Ebbene, grazie all’etichetta le aziende potranno entrare in una lista di fornitori di alta qualità e in modo da essere riconosciute da clienti, partner commerciali e potenziali investitori.

Per quanto riguarda i requisiti richiesti alle imprese per ottenere l’etichetta “Cybersecurity Made in Europe Label”, oltre alla sede legale in Europa viene è necessario dimostrare di operare principalmente sul mercato europeo e aderire al protocollo di Enisa per la sicurezza e affidabilità dei prodotti informatici, così come alle politiche europee sul GDPR.

L’iniziativa nasce dall’esigenza di rafforzare i confini cibernetici dell’Europa, permettendo alle aziende di offrire i propri servizi sul mercato comunitario operando in totale sinergia.