YotaPhone 2: lo smartphone con due schermi

di Marco Mattioli

scritto il

YotaPhone 2 è uno smartphone sicuramente fuori dagli schemi, la cui peculiarità è di rendere disponibili due display, uno frontale a colori  da 5 pollici (1080p) ed uno posteriore a toni di grigio di tipo e-paper ampio 4,7 pollici. L’idea delle due facce nasce dall’esigenza di consultare informazioni e notifiche di rilievo senza sbloccare il telefono. Ciò avviene grazie all’ausilio di pannelli e widget personalizzabili visualizzati sul display e-ink costantemente acceso.

Oltre alla facilitazione della lettura in ogni condizione di luce, il secondo schermo aiuta ad incrementare la durata della batteria, la quale consente sino a 5 giorni di consultazione con una sola ricarica. Se si attiva la funzione di risparmio energetico YotaEnergy si riescono inoltre ad ottenere ulteriori 48 ore di uso base continuato con la batteria agli ioni di litio da 2500 mAh.

La tecnologia e-ink contribuisce a migliorare notevolmente l’esperienza di lettura di notizie, libri elettronici, documenti e messaggi anche sotto la luce del sole, riducendo l’affaticamento della vista durante l’utilizzo prolungato. Il prezzo di 749 euro sembra essere l’unico neo, anche se si tratta di un device per certi versi innovativo nel panorama degli smartphone Android.

Le caratteristiche tecniche di YotaPhone 2 sono comunque di tutto rispetto: microprocessore Qualcomm Snapdragon 800 operante a 2,2 GHz, 2 GB di RAM, 32 GB di memoria integrata, connettività 4G, Wi-Fi, Bluetooth e aGPS. La fotocamera frontale offre la risoluzione di 2 megapixel, mentre quella posteriore da 8 megapixel riesce a registrare filmati Full HD a 30 fps.