PGP e GuardianEdge comprati da Symantec

di Matteo Ratini

scritto il

Symantec acquisisce per 370 milioni di dollari i software PGP Corporation e GuardianEdge Technologies, così da implementare nuove funzioni di sicurezza nel suo pacchetto di data loss prevention.

Questa è l’intenzione della casa produttrice del famoso antivirus Norton: comprare, entro i prossimi tre mesi, gli altrettanto conosciuti software di cifratura Pretty Good Privacy e GuardianEdge.

Pagando 300 milioni di dollari per PGP e 70 milioni per GuardianEdge, Symantec vuole fare proprie le funzioni di cifratura disco, autenticazione, smartphone protection e key management attualmente sviluppate dai software citati: tutto questo per ottenere, secondo quanto dichiarato dal vice presidente Francis DeSouza, un guadagno annuale di 1,4 miliardi di dollari.

Le trattative sono cominciate solo tre mesi fa, e hanno riguardato anche la nuova posizione degli impiegati e dei rispettivi brand: Symantec s’impegna, infatti, ad assumere tutti gli attuali collaboratori, consentendo anche alle due case produttrici di mantenere una loro identità.

Con questa mossa Symantec vuole migliorare, e in un certo senso completare, le funzionalità presenti nella sua suite di data loss prevention, così da poter offrire un pacchetto onnicomprensivo per i propri utenti business: dopotutto già a ottobre 2008 fu acquisita, per lo stesso motivo, la nota compagnia di email-security MessageLabs.

Chi è curioso può leggere il comunicato pubblicato direttamente da Symantec in formato PDF, nel quale sono illustrati tutti i dettagli dell’operazione che promette di porre fine alla tormentata storia del software ideato da Phil Zimmermann.