NATO: gli attacchi informatici sono pericolosi come quelli missilistici

di Manlio Torquato

scritto il

Al recente congresso E-crime che si è tenuto a Londra nella prima settimana di Marzo 2008, Suleyman Anil, a capo del Computer Incident Response Capability Coordination Centre (NCIRC) dell’Alleanza Atlantica (NATO) ha affermato che un attacco informatico in grande stile contro uno dei paesi dell’alleanza sarebbe pericoloso per la sicurezza come un attacco aereo.

Secondo Suleyman Anil, al momento la difesa delle infrastrutture informatiche critiche (argomento di cui abbiamo già parlato) non è ad un livello sufficiente e servono azioni immediate per recuperare il gap; per tale motivo prossimamente a Bucarest la NATO terrà un workshop dedicato alla realizzazione di un piano d’azione immediato.

Suleyman Anil ha anche rivelato che recentemente il sistema informatico della NATO è stato attaccato, senza successo, nel tentativo di acquisire informazioni riservate. Infine Suleyman Anil ha dichiarato che offrire basi e tecnologie per questo tipo di attacchi potrebbe essere considerato un gesto ostile nei confronti dell’alleanza atlantica.

Nel 2007 la NATO aveva reso pubblico un proprio rapporto relativo alla “Protection of critical infrastructures” disponibile in formato .doc dalla pagina di download.