Tratto dallo speciale:

Bonus Psicologo 2022: domande entro il 24 ottobre

di Alessandra Gualtieri

scritto il

Bonus Psicologo 2022 da 50 euro a seduta: domande INPS online entro il 24 ottobre, regole e istruzioni per la trasmissione delle istanze di contributo.

Per ottenere il Bonus Psicologo 2022, concesso dall’INPS nella misura massima di 50 euro a seduta presso i professionisti convenzionati, la domanda online si può trasmettere entro il 24 ottobre 2022. L’unico requisito per accedere al beneficio, riservato ai cittadini residenti in Italia, è un ISEE in corso di validità non superiore a 50mila euro.

Bonus Psicologo: cos’è e achi è rivolto

Il “Contributo per sostenere le spese relative a sessioni di psicoterapia” è volto ad offire un sostegno economico alle persone in condizione di ansia, stress, depressione e fragilità psicologica, tenendialmente a causa dell’emergenza Covid e della conseguente crisi socio-economica, e che vogliano quindi intraprendere un percorso psicoterapeutico. Il Bonus Psicologo è dunque pensato per le persone che hanno avuto gravi ripercussioni psicologiche a causa della pandemia, ma non solo.

La domanda può essere presentata dai cittadini che al momento della presentazione risultino residenti in Italia e dispongano di una attestazione del valore dell’Indicatore della situazione economica equivalente (ISEE), in corso di validità, non superiore a 50mila euro.

Bonus Psicologo 2022: la domanda INPS

La domanda per accedere al Bonus Psicologo 2022 (il contributo per pagare le sedute di psicoterapia post-Covid, di cui all’articolo 1-quater, comma 3 del DL 228/2021, convertito nella legge 15/2022) si presenta esclusivamente online tramite il servizio web dell’INPS denominato “Contributo sessioni psicoterapia”,  seguendo il percorso “Prestazioni e servizi” > “Servizi” > “Punto d’accesso alle prestazioni non pensionistiche”. Vi si accede tramite:

  • portale web dell’Istituto (www.inps.it) con SPID di livello 2, Carta di identità elettronica (CIE) 3.0 e Carta Nazionale dei servizi (CNS);
  • Contact Center al numero verde 803.164 (gratuito da rete fissa) o 06 164.164 (da rete mobile a pagamento).

Il richiedente può presentare domanda per sé stesso o per un minore se esercente la responsabilità genitoriale o è tutore o affidatario. Il beneficio può essere richiesto anche per conto di un soggetto interdetto, inabilitato o beneficiario dell’amministrazione di sostegno, dal tutore, curatore e amministratore di sostegno. I requisiti autocertificati attraverso il modulo di domanda costituiscono oggetto di verifica: le istanze sono infatti sottoposte a istruttoria automatizzata.

Assegnazione e utilizzo del Bonus

Al termine del periodo stabilito per la presentazione delle domande, saranno stilate le graduatorie per Regione e Provincia autonoma, tenendo conto del valore ISEE e dell’ordine di presentazione. L’esito sarà anche notificato tramite SMS e/o mail ai richiedenti, consultabile anche sulla  procedura utilizzata per la domanda, nella sezione “Ricevute e provvedimenti”. L’INPS provvederà all’erogazione del beneficio nel limite di budget, quindi fino ad esaurimento delle risorse disponibili.

In caso di accoglimento, sarà indicato l’importo del beneficio e del codice univoco da consegnare al professionista presso cui si tiene la sessione di psicoterapia. Il professionista, lo dovrà indicare per effettuare la prenotazione della seduta. L’erogazione dell’importo spettante, infatti, verrà erogato direttamente a professionista che lo scalerà ad ogni sessione dal plafond complessivo spettante al paziente.

Tutti i dettagli, nella Circolare del 19 luglio e nel successivo Messaggio del 21 luglio.