Tratto dallo speciale:

Truffe via email: allarme INPS e Agenzia delle Entrate

di Redazione PMI.it

scritto il

INPS e Agenzia delle Entrate segnalano tentativi di truffa ai danni dei contribuenti: email con false richieste o per versamenti di imposte sostitutive.

L’inizio del 2022 si sta caratterizzando per nuovi tentativi di truffa tramite email phishing, anche corredati da richieste di imposte sostitutive fasulle ai danni dei cittadini e dei contribuenti: lo segnalano in contemporanea INPS e Agenzia delle Entrate, mettendo in guardia gli utenti e invitando a ignorare questo tipo di comunicazioni fraudolente.

  • L’INPS segnala la possibile ricezione di email volte a sfruttare apparenti comunicazioni da parte di un falso servizio cliente dell’Istituto, che invitano a inviare dati personali per ottenere il pagamento di una somma tramite bonifico da parte dell’INPS. Le email sono in realtà finalizzate a sottrarre in modo improprio dati anagrafici o informazioni inerenti ai conti correnti o alle carte di credito. L’INPS, inoltre, ricorda che non vengono mai inviate comunicazioni di posta elettronica contenenti allegati da scaricare o link cliccabili.
  • Per quanto riguarda l’Agenzia delle Entrate, sono gli stessi contribuenti a segnalare la ricezione di email inviate da presunti intermediari che richiedono versamenti per imposte non dovute, riportando allegati che ricalcano il format di documenti dell’Agenzia delle ovviamente manipolati con lo scopo di convincere i cittadini dell’autenticità della fonte. Anche in questo caso, si tratta di comunicazioni false e volte a ottenere il versamento di denaro per imposte inesistenti. L’Agenzia raccomanda agli utenti di verificare immediatamente l’attendibilità delle comunicazioni ricevute, anche rivolgendosi al call center delle Entrate al numero 800.909696.