Esenzione Canone Rai 2017: moduli e scadenze

di Teresa Barone

scritto il

C?è tempo fino al 31 gennaio per inviare la dichiarazione di non detenzione dell?apparecchio TV ed evitare di pagare il Canone Rai 2017.

L’Agenzia delle Entrate informa sulle modalità di richiesta di esenzione dal pagamento del Canone Rai 2017, nel caso in cui non si possegga un apparecchio televisivo.

=> Canone RAI: esenzioni, scadenze, sanzioni

La dichiarazione di non detenzione dell’apparecchio televisivo deve essere presentata entro il 31 gennaio 2017, inviando il modello di dichiarazione sostitutiva che ha validità annuale e che è possibile scaricare online (disponibile sul portale Web dell’Agenzia delle Entrate o della Rai).

Per evitare di versare anche solo la prima rata del Canone TV 2017, addebitata in bolletta già da gennaio,  tuttavia consigliabile inviare la dichiarazione entro la fine di dicembre. Solo così si potrà evitare di ricevere l’addebito e di dover, in un secondo momento, richiedere il rimborso.

L’Agenzia delle Entrate ricorda inoltre che, con la Legge di Stabilità 2016, è stata introdotta la “presunzione di detenzione dell’apparecchio TV” se esiste un’utenza elettrica relativa al luogo di residenza anagrafica di un contribuente. L’importo viene quindi addebitato in bolletta in 10 rate mensili da gennaio a ottobre.

«Per superare questa presunzione ed evitare quindi l’addebito in fattura – si legge nel comunicato stampa delle Entrate datato 5 dicembre 2016 -, i cittadini che non possiedono l’apparecchio televisivo devono presentare una dichiarazione sostitutiva all’Agenzia delle Entrate, con cui dichiarano che in nessuna delle abitazioni per le quali il dichiarante è titolare di un’utenza elettrica è detenuto un apparecchio tv (da parte del dichiarante stesso o di altro componente della famiglia anagrafica).  Si tratta di una dichiarazione sostitutiva che se non veritiera comporta delle sanzioni anche penali (articoli 75 e 76 del DPR n.445/2000).»   

Fonte immagine: Pixabay