Toscana nuova sezione per il turismo Gay Friendly

di Alessandro Vinciarelli

scritto il

La Regione Toscana ha inaugurato, per prima in Italia, la nuova sezione del sito regionale sul turismo dedicata agli utenti lgbt (lesbico, gay, bisessuale e transessuale). Un passo che mette la Regione in linea con i resto d'Europa.

La Regione Toscana si dimostra tra le più all’avanguardia, pensando alle esigenze di tutti i tipi di utenti. Per prima in Italia ad essere in linea con il resto d’Europa, ha inaugurato in questi giorni una sezioneGay Friendly” sul sito ufficiale del turismo.

Ma di cosa si tratta nel concreto? Di una parte del portale dedicata alla descrizione delle strutture regionali pensate esclusivamente per accogliere il turismo gay, che ad oggi sono circa un centinaio tra alberghi, bed&breakfast, ristoranti, locali, stabilimenti balneari e discoteche.

I gestori hanno aderito con entusiasmo all’iniziativa regionale, registrando la propria attività sul sito del turismo della Regione Toscana gestito da Fondazione Sistema Toscana.

Un’offerta turistica che si rivolge ad un pubblico sempre più ampio, denominato “lgbt, di cui fa parte il mondo non solo gay, ma anche lesbico, bisessuale e transessuale e che ripercorre i passi già effettuati dagli Enti del resto d’Europa e del Mondo.

L’assessore regionale al turismo Cristina Scaletti ha ricordato che «il turismo gay è un settore vivace del mercato, coi suoi circa 70 milioni di turisti all’anno nel mondo secondo le stime dell’istituto di rice rche Tourism Intelligence International. Ma l’attenzione per questa fascia di pubblico è anche un segnale di “sistema” che mette in atto la vocazione di apertura mentale della Toscana, contraria a discriminazioni e pregiudizi».

Tornando alla sezione del sito, essa si divide in quattro sottosezioni di consultazione: “gay only“, ricapitola le strutture dedicate ai soli clienti gay; “gay friendly” per quelle amiche dei gay ma non esclusive; “gay owned” gestite da gay; “etero friendly” frequentate sia da gay che da eterosessuali.

Oltre alle informazioni sulle strutture, il sito è stato pensato anche per diffondere segnalazioni di eventi, itinerari, novità sulla stagione turistica e articoli di approfondimento. Nel progetto c’è anche l’avvio sul di un blog per dare modo agli utenti di dire la loro, inserendo proprie foto, suggerimenti e opinioni, condividendo la propria esperienza e traendo ispirazione da quella degli altri.