Università, il primo corso interamente basato su eBook

di Barbara Weisz

scritto il

Partita a Padova la sperimentazione con il corso di laurea in Italian Entrepreneurship, in collaborazione con Webster, attraverso Libreriauniversitaria.it, e Asus.

Sono 26 gli studenti che stanno partecipando al primo corso di laurea italiano interamente basato sull’editoria digitale. Ad organizzarlo, l’Università degli Studi di Padova, Webster – azienda attiva nell’editoria online che partecipa con il proprio sito Libreriauniversitaria.it – e Asus, partner tecnologico.

È il corso in “Italian Entrepreneurship – Organizzazione e Governo delle Piccole e Medie Imprese“, realizzato in collaborazione con tre docenti dell’ateneo veneto, Martina Gianecchini, Diego Campagnolo e Paolo Gubitta.

Le lezioni sono partite all’inizio di marzo e sono tenute interamente in lingua inglese. Agli studenti sono stati forniti i nuovi Eee Note EA-800 di Asus, quaderni digitali che consentono di prendere appunti e metteono a disposizione altre funzionalità, come quelle di eReader, voice recorder, riproduzione di audio libri, possibilità di scattare foto.

Ci sono poi altri materiali didattici, a partire dai libri di testi di Libreriauniversitaria.it, unicamente in formato digitale. Il corso si sviluppa in aula e con alcune lezioni presso aziende eccellenti.

«Insegniamo agli studenti ad analizzare le caratteristiche distintive dell’imprenditorialità di successo con specifico riferimento alle imprese italiane del Made in Italy, che hanno la testa pensante nel Nord Est ma che sono molto internazionalizzate», spiega Paolo Gubitta.

Il progetto, in fase sperimentale, vuole studiare l’impatto dell’ebook sulla didattica dei docenti e sull’apprendimento degli studenti e sarà seguito da un’attività incrociata di analisi e ricerca che metterà in luce difficoltà, vantaggi e possibili miglioramenti.

Si tratta della «testimonianza di un impegno concreto per la crescita e lo sviluppo tecnologico dell’università e della collaborazione proficua che da anni abbiamo instaurato con il mondo accademico», spiega Livia Senic Matuglia, responsabile delle relazioni esterne di Libreriauniversitaria e Webster.

In base alla convinzione che formazione e innovazione siano «driver per lo sviluppo e la crescita» del Paese l’intenzione è quella di «dar seguito a questo progetto e svilupparlo ulteriormente per esportarlo anche presso altre università, con l’obiettivo di diffondere un modello di successo per l’intero mondo accademico».

La piattaforma tecnologica è stata sviluppata da Libreriauniversitaria.it e permette l’integrazione di tutte le piattaforme disponibili in Italia, con 350.000 titoli in versione elettronica in lingua italiana, inglese, spagnola, francese, tedesca e russa.

_____________________________

Leggi Anche