Linea Amica, 90 settimane di relazioni con il pubblico

di Lorenzo Gennari

scritto il

Il network europeo di relazioni con il pubblico, Linea Amica, fortemente voluto dal ministro Renato Brunetta, tocca la quota delle 90 settimane di attività. Sul sito del ministero i dati e le statistiche degli ultimi giorni

Linea Amica ha superato quota un milione e mezzo di contatti e 1.010 Uffici relazioni con il pubblico (Urp). Inaugurato il 29 gennaio 2009 dal ministro per l’Innovazione e la Pubblica Amministrazione, Renato Brunetta, il network europeo di assistenza burocratica, la prossima settimana taglierà il traguardo delle 90 settimane di attività.

Sul sito del ministero per la PA e l?Innovazione si può scaricare il
rapporto analitico del servizio che riguarda l’ultima settimana elaborata (dal 2 all?8 ottobre). Uno dei primi dati che si può leggere nel documento sotto forma di grafico a torta è quello che riguarda la divisione delle istanze (sia via email sia via telefono) per genere: la percentuale è quasi perfettamente spaccata a metà, 49,9 per cento le donne, 50,1 per cento gli uomini.

L’età è invece distribuita in maniera sbilanciata verso gli over 30. Sono infatti solo il 13,8 per cento le richieste fatte da giovani al di sotto dei 30 anni, poco di più (il 21,6 per cento) invece gli ultra sessantenni. Il resto delle istanze vengono inoltrate da cittadini della fascia d’età compresa tra i 46 e i 60 anni (30,9 per cento) e quella tra i 31 e i 45 (33,8 per cento).

Il mezzo preferito per l’interrogazione del servizio è ancora il telefono, scelto da più dei tre quarti degli utilizzatori. Decisamente positivo il gradimento che si attesta al 91,8 per cento quando registrato tramite emoticons mentre raccoglie l’86,5 per cento di valutazioni positive tramite gli altri canali web.

Realizzato con la collaborazione di Formez PA, Linea Amica si avvale della partecipazione di Inps, Inail, Inpdap, Agenzia delle Entrate, Comune di Roma, Comune di Milano, Centri di Prenotazione Sanitaria del Lazio e dell?Emilia Romagna nonché della piena cooperazione di vari Ministeri, Regioni ed Enti locali. Nelle settimane trascorse è stata anche attivata la collaborazione con l?Azienda Usl 4 Prato, la Provincia di Biella, il Comune di Pomezia. Nella sezione “Network? del portale è consultabile una mappa dell?Italia con i recapiti delle amministrazioni che collaborano con il network.

Linea Amica inoltre continuerà ad essere presente a L?Aquila per tutto il 2010, come previsto dall?ordinanza 3870 del Presidente del Consiglio dei Ministri, a supporto sia della Struttura per la Gestione dell’Emergenza (SGE) sia della Struttura Tecnica di Missione (STM) che curerà le fasi complesse della ricostruzione post terremoto.